8) Regole Aggiuntive

Afflizioni

Dalle maledizioni ai veleni e alle malattie, ci sono molte afflizioni che possono colpire una creatura. Mentre ciascuna di queste afflizioni ha effetti differenti, tutte funzionano usando lo stesso sistema di base. Tutte le afflizioni concedono un Tiro Salvezza quando sono contratte. Se riesce, la creatura non subisce l’afflizione e non deve effettuare altri tiri. Se il Tiro Salvezza fallisce, la creatura cade vittima all’afflizione e deve vedersela con i suoi effetti.

Le afflizioni richiedono che una creatura effettui un Tiro Salvezza dopo un periodo di tempo per evitare di subire alcune penalità. Per molte afflizioni, se un certo numero di Tiri Salvezza vengono effettuati consecutivamente con successo, l’afflizione è eliminata e non sono necessari altri Tiri Salvezza. Alcune afflizioni, quelle solitamente soprannaturali, non possono essere curate attraverso dei Tiri Salvezza e richiedono l’aiuto di magie potenti per poterle eliminare. Ogni afflizione è presentata con un blocco di informazioni che aiuta a giudicare meglio i suoi risultati.

Nome: Il nome dell’afflizione.

Tipo: Il tipo dell’afflizione, come Maledizione, Malattia, o Veleno. Potrebbe anche comprendere i modi con cui viene contratta, come contatto, ferimento, inalazione, incantesimo, ingestione o trappole.

Tiro Salvezza (TS): Il tipo di Tiro Salvezza necessario per evitare di contrarre l’afflizione, così come la sua CD. Salvo indicazione contraria, questo è anche il Tiro Salvezza per evitare gli effetti dell’afflizione una volta contratta, come pure la CD di tutte le prove di livello dell’incantatore necessarie per porre fine all’afflizione con mezzi magici, come Rimuovi Maledizione o Neutralizza Veleno.

Insorgenza: Alcune afflizioni hanno un periodo di tempo variabile prima che insorgano. Le creature che entrano in contatto con un’afflizione con un tempo di insorgenza devono effettuare immediatamente un Tiro Salvezza. Il successo significa che l’afflizione è evitata e non occorre effettuare più alcun Tiro Salvezza. Il fallimento significa che la creatura ha contratto l’afflizione e deve cominciare ad effettuare Tiri Salvezza addizionali dopo che il periodo di insorgenza è trascorso. L’effetto dell’afflizione si verifica solo dopo che il periodo di insorgenza è trascorso e soltanto se si sono falliti i Tiri Salvezza addizionali.

Frequenza: Indica ogni quanto tempo occorre effettuare il Tiro Salvezza dopo che l’afflizione è stata contratta (dopo il tempo di insorgenza, se l’afflizione ne ha uno). Mentre alcune afflizioni durano finché non vengono curate, altre terminano prematuramente, anche se il personaggio non è stato curato con altri mezzi. Se un’afflizione termina dopo un certo periodo di tempo, sarà indicato nella frequenza. Per esempio, una malattia con frequenza di “1/giorno” dura finché non viene curata, ma gli effetti di un veleno con frequenza di “1/round per 6 round” terminano dopo che sono trascorsi 6 round.

Le afflizioni senza una frequenza si presentano soltanto una volta, subito quando vengono contratte (o dopo il tempo di insorgenza, se ne ha uno).

Effetto: Indica l’effetto che il personaggio subisce ogni volta se fallisce il Tiro Salvezza contro l’afflizione. La maggior parte delle afflizioni causano danni alle caratteristiche o ai Punti Ferita. Questi effetti sono cumulativi, ma possono essere curati normalmente. Altre afflizioni comportano per la creatura delle penalità o altri effetti. Questi effetti sono a volte cumulativi, con il resto che colpisce la creatura solo se fallisce il Tiro Salvezza più recente. Alcune afflizioni hanno effetti differenti dopo che il primo Tiro Salvezza viene fallito. Queste afflizioni hanno un effetto iniziale, che si verifica quando il primo Tiro Salvezza viene fallito e un effetto secondario, quando si falliscono i Tiri Salvezza addizionali, come indicato nel testo. Il danno ai Punti Ferita e ai punteggi di caratteristica causato da un’afflizione non può essere curato in modo naturale mentre l’afflizione persiste.

Cura: Indica come l’afflizione può essere curata. Comunemente, questa è un numero di Tiri Salvezza che devono essere effettuati consecutivamente. Anche se l’afflizione ha una frequenza limitata, potrebbe essere curata prematuramente se vengono effettuati con successo sufficienti Tiri Salvezza. Il danno ai Punti Ferita e ai punteggi di caratteristica non viene eliminato quando un’afflizione viene curata. Tale danno deve essere guarito normalmente. Le afflizioni senza la voce cura possono essere curate soltanto con incantesimi potenti, come Neutralizza Veleno e Rimuovi Maledizione. A prescindere da quanti Tiri Salvezza vengono effettuati, queste afflizioni continuano a pregiudicare il bersaglio.

Ad esempio se si fallisce il Tiro Salvezza su Tempra con CD 15 per evitare di contrarre un’afflizione, dopo che è trascorso il periodo di insorgenza di 1d3 giorni, bisogna superare un altro Tiro Salvezza su Tempra con CD 15 per evitare di subire 1d6 danni alla Forza. Da qui in poi, bisogna superare un Tiro Salvezza su Tempra con CD 15 ogni giorno (secondo la frequenza della malattia) per evitare un ulteriore danno alla Forza. Se, per due giorni consecutivi, si supera il Tiro Salvezza su Tempra, si guarisce dalla malattia e si inizia a recuperare il danno subito normalmente.


Fonte: http://www.d20pfsrd.com/gamemastering/afflictions