Aroden
Simbolo Sacro di Aroden
Divinità Minore (Morto)
Titoli L'Ultimo Umano Originale
L'Ultimo Azlanti
Allineamento Legale Neutrale
Competenze Cultura Umana, innovazione, storia
Adoratori Aroden ha pochissimi adoratori essendo morto.
Allineamento Chierici
Domini Concessi Conoscenza, Gloria, Legge, Protezione
Arma Preferita Spadone

Aroden (pronunciato AIR-oh-den) fu l'Azlanti immortale che recuperò la Pietrastella dal fondo del Mare Interno nel 1 AR, fondò la città di Absalom, e divenne il primo dio vivente.

Storia

Aroden era un immortale discendente dell'antico regno umano di Azlant che affondò sotto le acque dell'Oceano Arcadiano nel -5.293 AR, quando la Pietrastella precipitò dallo spazio. L'impatto creò il Mare Interno, e la caduta del mondo in mille anni di tenebre.

In qualche modo Aroden sopravvisse al Cataclisma. Così, egli è considerato "l'ultimo Umano originale", perché fu (per diverse migliaia di anni) l'ultimo "purosangue" Azlanti in vita. Ci furono naturalmente altri superstiti Azlanti al Cataclisma che si incociarono con gli altri esseri Umani e morirono, naturalmente, di vecchiaia.

Aroden è conosciuto soprattutto per aver posizionato la Pietrastella nel suo luogo attuale sull'Isola di Kortos, nel cuore della città di Absalom. Egli in seguito ascese in cielo, diventando la Divinità protettrice del Regno del Taldor.

Per un periodo di qualche migliaio di anni, il Taldor (che si trova ad est dell'Isola di Kortos) si è propagato a nord-ovest attraverso la parte meridionale dell'Avistan in quel territorio di frontiera oggi conosciuto come Cheliax. Quando il Taldor divenne decadente e logoro, i Chierici di Aroden spostarono la loro religione (e il loro mandato dal cielo) a ovest nel Cheliax.

Aroden fu un dio della cultura umana, dell'innovazione, e della storia. Una profezia importante conosciuta come Dottrina della Stella Caduta suggeriva che egli avrebbe dovuto manifestarsi nel Cheliax nel 4.606 AR, segnando l'inizio della tanto attesa Era della Gloria. Invece, all'ora stabilita, Golarion fu dilaniato da tre settimane di tempeste (lasciando l'Occhio di Abendego come ricordo permanente). E quando accadde ciò, i Chierici di Aroden si ritrovarono staccati dai loro dio, e tutti presumono che Aroden sia morto.

Chiesa di Aroden

La maggior parte dei seguaci di Aroden sono diventati fedeli di Iomedae, il suo più grande servo, che è uno dei pochi mortali di Golarion ad aver superato la Prova della Pietrastella guadagnandosi il rango di Divinità. Quei pochi che sono rimasti fedeli all'ultimo Azlanti si sono ritrovati senza poteri divini, a volte ricorrono a oggetti magici per mimare i poteri di un vero Chierico. Essi presiedono templi in rovina, molti dei quali sono stati rilevati da altre religioni, principalmente da quella di Iomedae.

Fedeli

I sacerdoti di Aroden indossano paramenti multistrato elaborati ed arcaici, popolari nel Taldor quando il centro della chiesa si trovava ancora lì. Anche alti cappelli o caschi sono comuni, e si dice siano ispirati dai costumi degli antichi Azlanti.

I Dodici Travestimenti di Aroden

Quando Aroden camminava per il mondo, si travestiva in una di queste dodici forme: mendicante, ladro, pescatore, cacciatore, pastore, agricoltore, soldato, mercante, sarto, artigiano, artista o studioso. I visitatori di Westcrown possono trovare queste forme scolpite nella pietra lungo la parete nord della Canaroden in Westcrown, un lungo canale in esecuzione nel Distretto Parego Spera.

Fonte: http://pathfinder.wikia.com/wiki/Aroden