Korvosa
Simbolo di Korvosa
Città
 Regione Varisia
 Governo Convenzionale (monarchia)
 Dimensioni Grande Città
 Popolazione 18,486
 Demografia 16637 Umani, 739 Nani, 371 Elfi, 369 Halfling, 184 Mezzelfi, 186 altri
 Allineamento Legale Neutrale

© Paizo Inc., usato secondo la Community Use Policy

Korvosa (pronunciato kohr-VOH-sah) è la città più grande della Varisia, essa è la vecchia capitale della Varisia quand'essa era sotto il dominio del Cheliax. Ora è una delle tre città-stato che sostengono l'autorità indipendente dei loro singoli insediamenti nella regione. Anche se i suoi cittadini e le sue tradizioni hanno forti legami con la nazione del Cheliax, con molti dei suoi abitanti che tracciano la loro discendenza direttamente dai servi dell'impero, la posizione della città alla foce del Fiume Jeggare e la presenza di un porto altamente difendibile, hanno contribuito alla creazione di Korvosa come fulcro principale per il commercio; all'interno delle mura della città si possono trovare diverse culture e popoli, come le merci che circolano dentro e fuori dalle sue porte.

Storia

Korvosa è la più vecchia delle tre città-stato della Varisia; una volta faceva parte dell'Impero del Cheliax ma ora è indipendente. L'insediamento, originariamente serviva a malapena come posizione difensiva, dalla quale i coloni e gli esploratori potevano entrare in Varisia, col passare del tempo e degli eventi è cresciuto fino a diventare il centro commerciale cosmopolita che è oggi. Korvosa è costruita sulle rovine della città dell'Impero di Thassilon chiamata Xin-Eurythnia, essa era la capitale di Eurythnia ed era governata dal Signore delle Rune della Lussuria, Sorshen.

Fondazione

Prima dell'arrivo dell'Impero del Cheliax, Korvosa non era altro che un luogo sacro per gli Shoanti; il luogo era ritenuto importante e veniva protetto, poiché vi era stata trovata una piramide. Tuttavia, nel 4407 CA, un gruppo di marinai del Cheliax sotto il comando del Feldmaresciallo Jakthion Korvosa scelse il sito per iniziare la costruzione di un'avamposto difensivo. Una volta costruito, il Forte Korvosa divenne una tappa per gli esploratori, i coloni ed i cacciatori che operavano nella regione. Il centro commerciale e le sue difese furono rafforzate dopo un attacco degli Shoanti, che bruciarono gran parte del luogo in quello che sarebbe poi divenuto noto come il Grande Incendio.

La Guerra dei Cugini

La Guerra dei Cugini iniziò nel 4502 CA, in seguito ad un'insulto diretto a una delle famiglie nobili di Korvosa. Il conflitto segnò la fine della colonia come postazione militare, ma portò anche la crescita della popolazione e del suo potere economico. Poco dopo, Korvosa divenne una vera colonia dell'Impero del Cheliax.

Morte di Aroden

Nel 4606 CA la morte della Divinità Aroden portò la guerra civile nel Cheliax; molte colonie dell'impero, inclusa Korvosa, soffrirono per l'inaspettata fine del loro collegamento con la madrepatria. Il governo della città riuscì a raggiungere un certo grado di prosperità dopo il declino dell'impero, ma il recupero della città dal caos, causato dell'assenza improvvisa dell'impero, fu lento; la sua popolazione non è che una frazione di quello che ci si aspetterebbe dato un'insediamento dalle dimensioni fisiche di Korvosa. Tuttavia, per quanto riguarda il potere politico, Korvosa è ora equivalente a Magnimar, anche se ciò è ben al di sotto del livello considerato appropriato per la sua decadente classe dominante.

Governo

Il governo di Korvosa è composto da tre rami ufficiali, ciascuno con la propria esclusiva sfera d'influenza. Inoltre, le famiglie nobili di Korvosa esercitano un potere limitato negli affari del governo.

Monarchia

Dalla loro nomina dopo il declino dell'Impero del Cheliax, i monarchi di Korvosa sono serviti come diplomatici primari e difensori della città-stato; la linea di sangue reale della città ha servito il popolo dal famoso Trono Cremisi fino a quando Korvosa ottenne l'inaspettata indipendenza. L'autorità della monarchia è sempre stata limitata, con il controllo del governo di Korvosa condiviso tra i gruppi che esistevano prima della sua nascita.

Arbitri

Gli arbitri di Korvosa agiscono come giudici, ascoltano le controversie e determinano le pene per coloro che sono stati ritenuti colpevoli. Inoltre si assumono la responsabilità del controllo legislativo sulle decisioni da parte degli altri rami del governo di Korvosa. L'arbitro più famoso e anziano della città è Zenobia Zenderholm, nota come il "Giudice dell'Impiccagione". Ella è giustamente temuta dalle classi criminali per le sue decisioni severe.

Magistrati

I magistrati di Korvosa si occupano della gestione quotidiana della città. Le ventitre persone che compongono questo corpo si occupano principalmente di questioni di burocrazia, anche di materia fiscale, controllo economico e opere pubbliche. Garrick Tann, il Magistrato del Commercio, è uno dei meno popolari, in quanto uno dei suoi compiti è quello di agire come capo dei raccoglitori delle tasse. Al contrario, Syl Gar, il Magistrato delle Spese è uno dei più popolari, poiché è il responsabile per spendere le tasse raccolte in città. Mercer Cucuteni è l'attuale Magistrato del Turismo, egli ha come compito il rendere il più possibile la città interessante ed invitante per gli stranieri. Lolia Perenne è il Magistrato delle Regole. Lei ed il suo staff spendono gran parte del loro tempo cercando di capire come i commercianti ed i clienti s'imbroglino l'un l'altro.

Nobiltà Rivista

La monarchia è consigliata dalla Nobiltà Rivista, un consiglio composto dai capi delle cinque Grandi Casate di Korvosa. Le restanti 21 famiglie nobili comprendono le Famiglie del Molo, ciascuna con il controllo su uno o più banchine della città. Molti dei nobili di Korvosa si ritengono facenti parte della cultura del Cheliax e usavano le mode e le abitudini Cheliaxiane per dirigere il popolo considerandosi un modello della cultura Varisiana.

Simboli

I colori tradizionali di Korvosa (visti nella bandiera e in molti delle uniformi delle organizzazioni della città) sono il rosso, il nero e l'argento. Rosso e nero si riferiscono alla vecchia bandiera del Cheliax, anche se la bandiera di Korvosa usa un rosso più scuro rispetto a quello della sua ex-madrepatria. L'argento è un simbolo dell'importanza della città. Il portafortuna ufficiale di Korvosa è l'Ippogrifo, decine dei quali sono nella Grande Torre e servono come cavalcature per i soldati della Compagnia Nera. Il motto della città è "Trosker ep Styrk", che in una forma arcaica Taldana significa "Fedeltà e Forza".

Tasse

A nessuno piace pagare le tasse, e gli abitanti di Korvosa non vanno oltre questa regola. Paragonato alle altre città, comunque, il governo korvosano chiede relativamente poche tasse ai propri cittadini.

Esercito

Le risorse militari di Korvosa sono divise in tre diverse organizzazioni, ciascuna protegge la città-stato e la sua gente in modo particolare per ogni gruppo.

Guardia Korvosana

La responsabilità primaria della Guardia Korvosana è la tutela e il benessere della città stessa. I suoi membri fungono da forze di polizia e, nei momenti di pericolo da oltre le mura, agiscono anche nella capacità di una forza militare difensiva. Inoltre, la Guardia, lavora, spesso anche per proteggere gli interessi del governo e della chiesa locale di Abadar.

Compagnia Nera

I soldati che cavalcano gli Ippogrifi della Compagnia Nera rispondono direttamente alla monarchia di Korvosa, i loro ordini vengono impartiti dal siniscalco del Castel Korvosa. Il loro scopo è quello di pattugliare e difendere i cieli della città e i corsi d'acqua, anche se sono conosciuti per assistere la Guardia Korvosana nei suoi sforzi in tutta la città.

Ordine del Chiodo

I Cavalieri Infernali dell'Ordine del Chiodo sono alleati a pagamento del governo Korvosano e perseguono i loro irriducibili ideali di ordine e legge dalla vicina Cittadella Vraid. Essi sono fanatici, soprattutto quando vengono confrontati da comportamenti o eventi che volano contro la loro rigida visione del mondo. Supportano sempre la città, almeno finché vengono pagati.

Economia

Nonostante la sua posizione lontana, rispetto alle altre grandi città dell'Avistan, Korvosa occupa comunque un ruolo importante nel commercio di Golarion, e della Varisia. La sua principale esportazione è il pesce, come le ostriche (gli Stretti di Santa Alika sono famosi per i loro allevamenti di ostriche), Languste, caviale e altri frutti di mare della fascia marina. Anche nel settore dei prodotti alimentari, Korvosa esporta corteccia di Thileu al Cheliax a prezzi ridicolmente alti. Esporta anche prodotti realizzati nei suoi stati vassalli ed è l'unico porto dove le navi portano i beni di Janderhoff. Grazie alla grande Banca di Abadar, Korvosa è anche un'importante città bancaria e finanziaria, che conia una propria moneta. Grazie alla presenza dell'Acadamae, Korvosa è anche una fiera di forniture di oggetti magici, soprattutto quelli di basso livello che usa la scuola di magia d'Ammaliamento. Il Casato Arkona importa un sacco di oggetti dalla lontana Vudra, che sono poi distribuiti in tutto il nord e l'occidente dell'Avistan. Infine, per quanto il governo è restio ad ammetterlo, Korvosa ha anche un traffico di droga piuttosto impressionante, anche se importa principalmente tali beni.

I riforimenti alimentari di Korvosa provengono dalle fattorie che la circondano e dalle sue comunità vassalle, anche se gli alimenti importati non possono crescere in questo clima. Ad esempio, il vino è una grande importazione, come i frutti tropicali e subtropicali. La maggiore della importazioni di Korvosa, però, sono i manufatti. Nonostante la presenza della Ferriera della città, la capacità di Korvosa produce prodotti finito in notevole ritardo alla sua rischiesta, e come ogni buona colonia, importa un sacco di tali forniture dalla madrepatria. La tessitura è un'altro esempio di bisogno che la città deve soddisfare dall'esterno.

Gilde

Secondo le leggi di Korvosa non si possono formare gilde o sindacati all'interno della città. L'unica eccezione a ciò è la Società Cerulea, la gilda dei Ladri di Korvosa. Questa legge è stata pensata per evitare l'aumento dei prezzi, ma anche per far mantenere alla città il controllo della forza lavoro. La maggior parte degli artigiani della città sono lavoratori autonomi e apprendono il loro commercio durante la giovinezza da un maestro. Poiché Korvosa si basa fortemente su queste industrie, alcuni diritti e protezioni vengono garantite ai lavoratori.

Crimine

La città fa del suo meglio per regolare la criminalità permettendo una Gilda dei Ladri ufficiale, la Società Cerulea (nonostante il fatto che ad artigiani e mercanti non è possibile associarsi in gilde). Ci sono anche diversi altri criminali indipendenti e anche bande di criminali, tra cui gli Sczarni.

Religione

Esistono templi di Abadar, Asmodeus, Pharasma, Sarenrae e Shelyn. Altri dei possono avere piccoli altari sparsi per la città.

Magia

Korvosa ospita una delle scuole di Magia dell'Avistan, l'Acadamae, oltre al più piccolo Collegio Theumanexus. Risiedono in città anche molto mercanti di oggetti magici.

Popolazione

Nonostane sia considerata a livello internazionale come una piccola provincia, gli abitanti di Korvosa piace pensare che la loro città sia abbastanza cosmopolita.

Umani

Il 90% della popolazione della città è Umana, la gran parte di essi sono discendenti di immigrati Cheliaxiani. La maggior parte di questi si considerano korvosani, non sentendo una parentela forte con i loro cugini del sud, dominati dagli infernali. Altri gruppi etnici umani importanti sono i semi-nomadi Varisiani, che rappresentano circa il 10% della popolazione umana, anche se una percentuale molto più elevata della popolazione può rivendicare sangue varisiano. I Varisiani purosangue tendono ad incontrare un bel po' di pregiudizio a Korvosa: la maggior parte delle persone suppone che loro possano essere solo Assassini e Ladri. Gli Shoanti costituiscono la più piccola delle minoranze etniche Umane, soprattutto a causa dei secoli di conflitti tra gli Shoanti ei coloni Cheliaxiani della regione e per il fatto che, come popolo semi-nomade, frequentano poco le città. Se la maggioranza Cheliaxiana si approccia con preoccupazione verso i Varisiani, la reazione verso gli Shoanti confina con l'aperta ostilità.

Nani

A causa della vicinanza della città con il grande insediamento Nanico di Janderhoff, Korvosa vanta una notevole popolazione di Nani. La maggioranza sono commercianti e artigiani, che si occupano della creazione e della vendita di strumenti, armi e armature. Anche se la maggior parte di questi oggetti sono venduti contrattualmente ad alcune case nobili, che poi li vendono alla popolazione generale a un profitto, i commercianti Nanici spesso vendono il loro surplus sul mercato aperto, in particolare al Mercato Dorato del quartiere Centro e al Mercato Portuale nel quartiere Punta Nord.

Elfi

Gli Elfi hanno vissuto a Korvosa fin dai primi giorni della sua fondazione. La maggior parte sono originari dalla relativamente vicina Foresta Mierani, anche se altri hanno costruito le loro case qui per centinaia di anni. Il capo degli Elfi della Foresta Mierani è Perishial Kalissreavil, che è visto come una sorta di ambasciatore. Egli mantiene un piccolo complesso sulla Sponda Sud dove lui ed il suo entourage consigliano la città su questioni di natura, di Magia e di altri argomenti scientifici.

Halfling

Gli Halfling hanno una storia peculiare a Korvosa. Sentendo la possibilità di allargare i margini di profitto, il Casato Leroung ha iniziato a costruire navi e imbarcazioni impostate sulla grandezza degli Halfling e ad assumere gli Halfling stessi per farle navigare, ritenendo che avrebbero occupato molto meno spazio e mangiato meno dei loro omologhi Umani, e lasciato più spazio ai carichi. La loro intuizione si è rivelata completamente corretta, e ha portato ad aumentare i loro profitti, così le altre case commerciali (con la notevole eccezione del Casato Arkona) presto seguirono questa metodo. Oggi, anche se gli Halfling rappresentano solo il 2% della popolazione totale, quasi la metà delle navi di proprietà della maggior parte delle case mercantili più importanti sono equipaggiate da Halfling.

Imp

Gli Imp si vedono comunemente nei cieli sopra Korvosa, spesso combattono con i loro nemici naturali, la popolazione locale Pseudodraghi. Questi piccoli Diavoli sono evocati dagli studenti dell'Acadamae, come parte dei loro studi per ottenere il diploma, ma alcuni non sono in grado di soggiogarli magicamente e perdono il loro controllo. Gli Imp fuggono nella città dove formano piccoli gruppi, facendo dispetti in giro. Sono un particolare fastidio nel quartiere delle Tegole, e spesso cercano di formare alleanze con bande di delinquenti.

Otyugh

Circa due secoli fa, il magistrato Dess Leroung ha importato una piccola popolazione di Otyugh dal Cheliax e li ha imprigionati nelle fogne sotto l'Isola Endrin per tentare di controllare il problema dei rifiuti della città in crescita. L'accesso alle gallerie in cui abitano è tramite gli ingressi a livello di strada sigillati con botole di acciaio massiccio che possono essere aperti solo da ancora più grandi verricelli a gomito. Occasionalmente queste creature sfuggono dalla loro prigione e si infilano nelle fogne principali, o addirittura arrivano alle strade della città, causando grandi danni.

Pseudodraghi

Gli Pseudodraghi hanno vissuto nella zona da molto tempo prima che Korvosa fosse una città. Per motivi sconosciuti, sono diventati nemici mortali della popolazione importata di Imp e le due specie combattono sempre ogni volta che s'incontrano. Due o tre volte l'anno, gli Imp e gli Pseudodraghi si riuniscono in enormi greggi e combattono l'un l'altro in massa nei cieli sopra la città.

Dialetto

Come molti altri luoghi della Regione del Mare Interno, Korvosa ha sviluppato il proprio dialetto del Taldano. Parole come Chel, Fronter o Horser possono essere ascoltate solo qui, o potrebbero provenire da altre parti dell'Avistan.

Geografia

Korvosa si trova in una doppia curva del Fiume Jeggare, nella Varisia sud-orientale, giusto prima che il fiume stesso sfoci nella Baia del Conquistatore. La parte più vecchia della città è situata sull'Isola Endrin, un relativamente piccolo appezzamento di terra, mentre la maggior parte della città si trova sulla terraferma attraverso gli Stretti di Santa Alika. Due piccoli quartieri, il Campo del Ladro e la Sponda Est, si trovano sulla costa orientale del Fiume Jeggare. La città fu costruita attorno a due colli principali: la Colle della Guarnigione sull'Isola Endrin e la Cresta della Cittadella sulla terraferma. La piccola Isola Jeggare si trova vicino a distretto Sponda Sud della città ed ha il piccolo Faro di Palin.

Distretti

La città di Korvosa è divisa in sette distretti ufficiali: Sponda Est, Grigiore, Le Alture, Centro, Punta Nord, Vecchia Korvosa e Sponda Sud. I confini tra questi distretti possono essere fissi (come acque o muri), o possono esistere solo nella mente degli abitanti della città. Due altre aree esistono al di sopra e al di sotto di Korvosa che possono più o meno essere chiamati distretti, arrivando così a nove totali. I confini di questi distretti non ufficiali non si conformano a nessun disegno dei pianificatori della città, essi sono: la zona del tetto nota come le Tegole e la grande città sotterranea detta le Tombe.

Sponda Est

Sponda Est è l'unico distretto della città sull'altro lato del Fiume Jeggare. Questo quartiere è collegato con il resto della città dall'Alto Ponte, ed è casa di un buon numero delle nobili famiglie di Korvosa con forti legami militari. È anche il luogo della seconda scuola di Magia della città, probabilmente la peggiore, il Collegio Theumanexus.

Grigiore

Grigiore è il quartiere di Korvosa dove si trova il cimitero e dove la maggior parte dei morti vengono sotterrati; i soli abitanti vivi sono i sacerdoti di Pharasma che vivono nella Grande Cattedrale di Pharasma.

Le Alture

Le Alture si trovano sulla cima della Cresta della Cittadella e sulle cime della costa occidentale di Korvosa. In questo quartiere vivono le più potenti famiglie nobili della città, tra cui la famiglia reale, che vive a Castel Korvosa, il quale si trova all'interno dei confini del quartiere. L'Acadamae è la più rispettata scuola di Magia di Korvosa e si trova in questo distretto. Essendo il distretto della città posto più in alto, i suoi residenti possono guardare in basso il resto di Korvosa, sia letteralmente che figurativamente.

Centro

Questo distretto è ciò che la maggior parte dei visitatori pensano quando si riferiscono a Korvosa. Il Centro è situato nel quadrante sud-orientale della città, esso è casa dei più grandi mercanti, negozi ed istituzioni finanziarie di Korvosa. Gli elementi criminali che possono essere attirati da questo accumulo di ricchezza sono allo stesso tempo allontanati dai quartieri generali della Guardia Korvosana e della Compagnia Nera che si trovano in questo distretto.

Punta Nord

Punta Nord fu la prima parte della terraferma ad essere insediata dopo che la città iniziò ad espandersi dall'Isola Endrin. Il distretto è compreso nel quadrante nord-orientale della città, esso è casa di numerose famiglie discendenti dai primi abitanti, oltre a comprendere molte delle infrastrutture municipali di Korvosa, tra cui il Municipio, la Corte e la Banca di Abadar.

Vecchia Korvosa

Vecchia Korvosa, come implica il nome stesso, è la parte più antica della città, ma anche la più povera e la più sovraffollata. Il distretto occupa tutta l'Isola Endrin ed è dominato dal Colle della Guarnigione. La baraccopoli di Fronteponte è situata nella parte occidentale dell'isola.

Sponda Sud

Il più recente distretto della città, Sponda Sud, fu fondato solo alla fine del 47° secolo CA. Situato nella punta sud-occidentale della terraferma di Korvosa, vicino al distretto Grigiore, non soffre della sovrappopolazione che colpisce il resto della città. A causa di questo, è un luogo molto ricercato come residenza dalla nuova élite economica della città. È anche sede del Pantheon dei Molti, la cattedrale ecumenica di Korvosa.

Le Tegole

Costruito in cima ai tetti delle aree più densamente abitate di Korvosa, si trova tra passeggiate di legno, case pericolanti e negozi ed è conosciuto come le Tegole. A causa della pesante sovrappopolazione cittadina, quest'area è casa di alcuni dei cittadini più poveri, e fornisce veloci vie sopra le strade affollate per chiunque voglia evitare la folla.

Le Tombe

Le Tombe si trovano al di sotto di gran parte della terraferma di Korvosa e sono molto più di semplici fogne, in quanto incorporano le rovine di due altri insediamenti precedentemente situati qui.

Possedimenti

I possedimenti di Korvosa si estendono in gran parte della Varisia ed includono una varia gamma di città, villaggi e regioni, tra cui:


Fonte: http://www.pathfinderwiki.com/wiki/Korvosa