8) Regole Aggiuntive

Resistenza agli Incantesimi

La resistenza agli incantesimi è una capacità straordinaria che consente di evitare gli effetti degli incantesimi.

Anche alcuni incantesimi sono in grado di conferire questa resistenza. Per colpire una creatura con Resistenza agli Incantesimi, un incantatore deve effettuare una prova di livello dell’incantatore (1d20 + il livello dell’incantatore) almeno pari al valore di resistenza agli incantesimi della creatura. Il valore di resistenza agli incantesimi di una creatura funziona come una Classe Armatura magica. Se l’incantatore fallisce la prova, l’incantesimo non ha effetto sulla creatura, che non deve fare nulla di particolare per utilizzare la resistenza agli incantesimi. La creatura non ha neppure bisogno di sapere della minaccia perché la sua resistenza entri in azione.

Solo gli incantesimi e le Capacità Magiche sono soggetti alla resistenza agli incantesimi. Le Capacità Straordinarie e Soprannaturali (inclusi i Bonus di Potenziamento delle armi magiche) non lo sono. Una creatura può possedere alcune capacità che sono soggette alla resistenza agli incantesimi e alcune che non lo sono. Anche alcuni incantesimi ignorano la resistenza agli incantesimi; vedi la sezione Quando Applicare la Resistenza agli Incantesimi, più avanti.

Una creatura può abbassare volontariamente la propria resistenza agli incantesimi Questa è un’azione standard che non provoca Attacchi di Opportunità. Una volta che una creatura ha abbassato la propria resistenza, questa rimane inattiva fino al suo turno successivo, all’inizio del quale la sua resistenza agli incantesimi ritorna automaticamente in funzione, a meno che la creatura non la tenga intenzionalmente bassa (un’altra azione standard che non provoca Attacchi di Opportunità).

La resistenza agli incantesimi di una creatura non interferisce mai con i suoi incantesimi, oggetti o capacità.

Una creatura con la resistenza agli incantesimi non può conferire questo potete ad altri toccandoli o trovandosi in mezzo a loro. Solo le creature più rare e alcuni oggetti magici possiedono la capacità di donare ad altri la resistenza agli incantesimi.

La resistenza agli incantesimi non si cumula, ma a volte si sovrappone.

Quando Applicare la Resistenza agli Incantesimi

Ogni incantesimo comprende una voce che indica se la resistenza agli incantesimi possa o meno essere applicata contro di esso. In generale, l’applicazione della resistenza agli incantesimi dipende da cosa è in grado di fare l’incantesimo.

  • Incantesimi con Bersaglio: La resistenza agli incantesimi si applica se l’incantesimo ha come bersaglio la creatura. Alcuni incantesimi con bersaglio individuale possono essere diretti contro più bersagli simultaneamente. In questi casi, la resistenza agli incantesimi di una creatura si applica solo contro la porzione di incantesimo diretta contro di lei. Se più di una creatura resistente agli incantesimi è soggetta a un tale incantesimo ognuna effettua la prova della sua resistenza agli incantesimi separatamente.
  • Incantesimi ad Area: La resistenza agli incantesimi si applica se la creatura resistente è all’interno dell’area dell’incantesimo. Essa protegge solo la creatura resistente senza aver altro effetto sull’incantesimo.
  • Incantesimi ad Effetto: Molti incantesimi ad effetto evocano o creano qualcosa e non sono soggetti alla resistenza agli incantesimi. Tuttavia, ci sono casi in cui la resistenza agli incantesimi si applica anche agli incantesimi ad effetto, di solito a incantesimi che hanno effetto su una creatura in modo più o meno diretto, come Ragnatela.

La resistenza agli incantesimi può proteggere una creatura anche da un incantesimo che è già stato lanciato. Effettuate la prova della resistenza agli incantesimi la prima volta che la creatura è soggetta all’incantesimo.

Effettuate la prova della resistenza agli incantesimi solo una volta per ogni lancio di incantesimo o per uso di Capacità Magica. Se la resistenza agli incantesimi fallisce la prima volta, non funziona per tutte le volte che la creatura incontra quello specifico incantesimo lanciato. Se invece riesce la prima volta, continua ad avere successo ogni volta. Se la creatura ha volontariamente abbassato la sua resistenza agli incantesimi e poi subisce l’effetto di un incantesimo, la creatura ha comunque una singola possibilità di resistere all’incantesimo successivamente, quando la resistenza sarà tornata normale.

La resistenza agli incantesimi non ha effetto a meno che l’energia creata o rilasciata dall’incantesimo in realtà non operi sulla mente o sul corpo della creatura resistente. Se l’incantesimo agisce su qualsiasi altra cosa e la creatura ne subisce l’effetto di conseguenza, non c’è bisogno di alcun tiro. Le creature resistenti agli incantesimi possono essere ferite da un incantesimo senza esserne direttamente soggette.

La resistenza agli incantesimi non si applica se la magia inganna i sensi della creatura o rivela qualcosa che la riguarda.

La magia deve essere realmente in funzione perché si applichi la resistenza agli incantesimi. Gli incantesimi che hanno una durata istantanea ma risultati duraturi non sono soggetti alla resistenza agli incantesimi a meno che la creatura resistente non sia esposta all’incantesimo nel momento stesso in cui viene lanciato.

Resistenza agli Incantesimi Riuscita

La resistenza agli incantesimi impedisce ad un incantesimo o a una capacità magica di avere effetto o danneggiare la creatura resistente, ma non è in grado di rimuovere o negare un effetto magico posto su un’altra creatura. La resistenza agli incantesimi impedisce a un incantesimo di interromperne un altro.

Contro un incantesimo continuo che è già stato lanciato, una prova fallita contro la resistenza agli incantesimi permette alla creatura resistente di ignorare qualsiasi effetto possa avere l’incantesimo. La magia continua però ad avere effetto come di norma su tutti gli altri.


Fonte: http://www.d20pfsrd.com/gamemastering/special-abilities/#TOC-Spell-Resistance