Zon-Kuthon
Simbolo Sacro di Zon-Kuthon
Divinità
Titoli Il Signore della Mezzanotte,
Il Principe Oscuro,
Il Principe del Dolore
Allineamento Legale Malvagio
Competenze Dolore, invidia, oscurità e rovina
Adoratori Sadici, masochisti
Allineamento Chierici
Domini Concessi Distruzione, Legge, Male, Morte, Oscurità
Arma Preferita Catena chiodata

Zon-Kuthon (pronunciato ZONN-koo-THON) possiede una delle menti più contorte e maligne del multiverso. La sua posizione come dio del dolore è ben guadagnata, ed è stato la radice di innumerevoli torture, omicidi e ancora peggio nel corso del tempo.

Storia

Uno dei miti raccontano di Zon-Kuthon che all'inzio del tempo era conosciuto come Dou-Bral, una divinità buona che condivise le competenze della bellezza, dell'amore e delle arti con la sua sorellastra, Shelyn. Quando il loro rapporto si incrinò, Dou-Bral abbandonò Golarion per luoghi bui tra i piani, e fu tormentato e posseduto da un essere alieno. Al ritorno alla nostra realtà, color che conobbero Dou-Bral era scomparso, sostituito dall'anima contorta e malvagia conosciuta come Zon-Kuthon.

Quando Shelyn vide che suo fratello era cambiato per sempre, e non in meglio, i due combatterono, le sue suppliche e le sue lacrime incontrarono la violenza che Dou-Bral non era mai stato capace di fare. Shelyn, finalmente, strappò l'alabarda d'oro che i due avevano condiviso (il simbolo del loro potere) dalle dita contorte del fratello e stabilì una fragile tregua che tenne in luogo più dal silenzio e dall'elusione che da ogni desiderio di coesistere.

Un secondo mito parla di come Zon-Kuthon entrò in conflitto la prima volta con Abadar, dio della cultura, della ricchezza e della stabilità. Vedendo i crimini commessi da Zon-Kuthon su Golarion, Abadar sapeva che doveva essere punito, e fece un patto con il dio maligno. Zon-Kuthon accettò di andare in esilio sul Piano delle Ombre per tutto il tempo in cui il sole sarebbe rimasto nel cielo in cambio di un elemento della Prima Cripta. Questo carcere non doveva essere superiore a ciò che era, però, quando il sole smise di splendere su Golarion durante l'Era di Tenebra, Abadar onorò il suo contratto, donando a Zon-Kuthon la prima ombra, che il Signore della Mezzanotte usò per trasportare le creature maligne dal suo reame di Xovaikain.

Relazioni

Zon-Kuthon ha poca preoccupazione per il rapporto con le altre divinità. Finchè può giocare con molti dei suoi giocattoli, il Principe Oscuro non ha bisgno di alleanze, guerre, o di rapporti diplomatici. Mentre, spesso il bersaglio della vendetta dalle altre divinità buone di Golarion, Zon-Kuthon fa ben poco per istigare conflitti. Detto questo, non è al di sopra della tortura sui seguaci di altre fedi, e fa così quando è possibile. L'unico riparo dalle sue vie malvagie è sua sorella Shelyn, anche se lui non concede l'immunità sui suoi fedeli.

Aspetto ed Emissari

Come Dou-Bral, Zon-Kuthon era noto per la sua bellezza, ma ora il suo corpo assomiglia ad un'opera d'arte solo agli individui che trovano il dolore e la tortura di essere i pinnacoli dell'esistenza. pallido, magro, e spesso privo di peli, Zon-Kuthon è spesso raffigurato indossando vestiti di pelli attillati, che espongono le sue molte ferite aperte e le modifiche del suo corpo. Le sue labbra sono state rimosse, dandogli un sanguinoso ammaliante sorriso, e ganci e piercing contorcono il suo viso in espressioni ingiuriose, impreziosito dal cristallo che poggia nella cavità del suo occhio sinistro. Sul suo cuoio capelluto , una corona verticale di spine tira la sua pelle in un inquietante gioiello a forma di sole, e la parte posteriore del cranio è aperta, rivelando il suo cervello. Le sue mani finiscono con unghie lunghe come coltelli.

Servitori

Zon-Kuthon e i suoi seguaci sono più concentrati sul dolore che dei loro simboli di fede, ma i chierici sono noti per evocare ombre ed erinye a fargli delle offerte.

Principe in Catene

Un ricordo permanente della decadenza di Zon-Kuthon, l'araldo del dio è un residuo tormentato dello spirito lupo che generò Dou-Bral e Shelyn.

Vreet-Hall

Questo diavolo delle catene è pieno di ferite, che si auto-infligge, e che si trasformano in altri organi, ciascuno di essi svolge la sua funzione normale.

Dominik l'Insaziabile

Dominik è un vampiro che fu torturato e mutilato dai Kuthite, ed è afflitto dall'impossibilità di placare la sua sete immortale a causa di un ferita permanente che rimosse i suoi organi digestivi.

Chiesa di Zon-Kuthon

Non c'è una chiesa centralizzata di Zon-Kuthon e le chiese indipendenti sono contente di causare e di dilettarsi di una piccola porzione di dolore e di miseria che sono in grado di infliggere in ogni angolo di Golarion. Come una fede legittima, tuttavia, ogni setta ha una gerarchia ben definita, basata sulla forza fisica, resistenza, volontà e la capacità di sopportare di dolore, ed elementi simili in relazioni alle pratiche della chiesa.

Adoratori e Clero

I Kukhite eseguono il gamut nelle loro orgigine e motivazioni per adesione della fede, sia che essi siano sadici maligni, dementi masochisti, quelli il cui spirito è così ferito che neanche il dolore schiacciante li distrae dai loro dolori.

Il clero tende a prendere il suo ferovre per il dolore e l'agonia a livelli superiori rispetto ai laici credenti, ma sono anche esperti nel fondersi con la società normale. La maggior parte del clero di Zon-Kuthon sono chierici, e il numero dei furfanti è limitato nei modi migliori.

Nonostante l'immagine negativa della sua fede, nella maggior parte delle nzioni, altri hanno accolto il suo culto e stabilirono dei governi intorno ad esso, come il Nidal, che è governata dalla segreta e sadica Corte d'Ombra nel Pangolais.

Il dio è anche venerato dai druidi "Ombre dell'Uskwood".

Templi e Santuari

I templi di Zon-Kuthon sono, in tutti gli effetti, delle camere di tortura, e spesso funzionano come tali anche quando non vengono utilizzate per le cerimonie religiose. A causa di queste pratiche spesso uniche e disapprovate nella chiesa, i temporanei templi sono mantenuti in modo abbastanza semplice con decorazioni portate appositamente per quei servizi. Nelle zone più remote, i credenti potrebbero creare dei santuari improvvisati sui luoghi dove si sono verificati atti di violenza e di dolore.

Testi Sacri

I Kuthiti non sono degli adoratori dei libri, spesso scelgono di vivere la loro fede piuttosto che studiarla su un testo.

Le Foglie Ombrose

I principi della fede di Zon-Kuthon sono descritti in questo orribile libro, scritto col sangue su pagine fatte di pelle scorticata.

Festività

La fede del principe Oscuro ha poche festività, ma, Zon-Kuthon, essendo il dio dell'oscurità e di tutti, promuove il suo regolare culto quando si verificano le notti di luna nuova.

Joymaking

Nel tentativo di concentrare le sensazioni di dolore, questa pratica permette ai Kuthiti più ricchi e più fortunati di aver i loro organi o arti non vitali amputati in modo che rimangano solo una testa o un torso inerme, destinato a vivere i resto della propria vita come soggetti della tortura infinita.

Il Bacio Eterno

Questo annuale sacrificio dura undici giorni e coinvolge spesso le viscere della vittima o le sue grida di dolore come strumenti di divinazione.


Fonte: http://www.pathfinderwiki.com/wiki/Zon-Kuthon