13) Bestiario

DossenusGS 1 PE: 400

Questa piccola creatura assomiglia a una testa rigonfia da cui sporgono zampe di granchio e una gigantesca bocca erta di denti pietrosi.
Allineamento: N
Categoria: Aberrazione Piccolo

Aberrazione

Un'aberrazione possiede anatomia bizzarra, strane capacità, una mente aliena o una combinazione delle tre. Un'aberrazione ha i seguenti privilegi.

Tratti

Un'aberrazione possiede i seguenti tratti (se non è indicato diversamente nella descrizione della creatura).

  • Scurovisione 18 metri.
  • Competente nelle sue armi naturali. Se di forma generalmente umanoide, competente in tutte le armi semplici e nelle armi che utilizza nella sua descrizione.
  • Competente nel tipo di armature (leggere, medie o pesanti) che indossa nella descrizione e nelle armature più leggere. Le aberrazioni che non vengono descritte con un'armatura non sono competenti nelle armature. Le aberrazione sono competenti negli scudi se sono competenti in qualsiasi forma di armatura.
  • Le aberrazioni respirano mangiano e dormono.

Iniziativa: +0
Sensi: Scurovisione 18 m; Percezione +5

Difesa

CA: 12, contatto 11, impreparato 12 (+1 naturale, +1 taglia)
PF: 13 (2d8+4)
Tiri Salvezza: Tempra +2, Riflessi +0, Volontà +3; +4 contro veleno
Debolezze: Cecità alla Luce, Idrofobia

Attacco

Velocità: 9 m, Scalare 9 m, Scavare 9 m
Mischia: morso +4 (1d6+3/19–20)
Attacchi Speciali: Attacco Furtivo +1d6, Fauci Devastanti, Sciamare

Statistiche

Caratteristiche: Forza 12, Destrezza 11, Costituzione 14, Intelligenza 3, Saggezza 10, Carisma 5
Bonus di Attacco Base: +1
BMC: +1
DMC: 11 (15 contro Sbilanciare)
Talenti: Arma Focalizzata (morso), Arma Specializzata (morso), Critico Migliorato (morso)
Abilità: Percezione +5, Scalare +17
Linguaggi: Aklo
Modificatori Razziali: +8 Scalare

Capacità Speciali

Cecità alla Luce (Str)

Le creature con cecità alla luce sono Accecate per 1 round se esposte a luce intensa, come quella del Sole o di un Incantesimo Luce Diurna. Tali creature sono Abbagliate finché rimangono nell'area di luce intensa.

Fauci Devastanti (Str)

L'attacco con morso di un dossenus conta come Adamantio ai fini di superare la RD e la durezza.

Idrofobia (Str)

Un dossenus non può nuotare e fallisce sempre le prove di Nuotare. Se un dossenus è completamente sommerso dall'acqua, deve superare un Tiro Salvezza su Volontà con CD 15 ogni turno o viene Paralizzato dalla paura finché non sarà più sommerso.

Scavare (Str)

Un dossenus può scavare attraverso la pietra (o altri materiali più deboli come il legno) con la stessa facilità con cui scava nel terriccio.

Sciamare (Str)

I dossenus sono brutalmente efficienti nello sciamare sugli avversari e spesso si accalcano l'uno sull'altro nella frenesia di aggredire e divorare la preda. Fino a due dossenus possono condividere lo stesso quadretto contemporaneamente. Se due dossenus che condividono lo stesso quadretto attaccano lo stesso avversario, sono considerati come se lo fiancheggiassero da due quadretti opposti.

Ecologia

Ambiente: Qualsiasi Sotterraneo (eccetto in acqua)
Organizzazione: Solitario, nido (2–9) o infestazione (10–20)
Tesoro: Accidentale

Descrizione

I dossenus sono creature sotterranee che cacciano in branco e sono in grado di digerire quasi qualsiasi cosa. Il corpo di un dossenus è composto quasi esclusivamente dalla testa e dal volto, dominato da un'enorme bocca con file multiple di denti neri e dall'aspetto pietroso. Due sottili braccia e quattro scarne gambe si protendono da un corpo sottosviluppato: gli arti frontali terminano con artigli simili a quelli di un granchio, capaci di manipolare gli oggetti in modo goffo. Un dossenus è lungo poco meno di 1,2 metri e pesa 30 kg.

I dossenus sono noti per il loro appetito vorace e per la capacità di masticare praticamente qualsiasi sostanza con il loro denti micidiali. Anche se i loro minuscoli occhi sembrano privi di qualsiasi pensiero o proposito, i dossenus sono in realtà leggermente più intelligenti delle semplici bestie. Queste creature sono organizzate in una struttura sociale comune primitiva, parlano e comprendono l'Aklo e seguono una violenta forma di religione basata sul consumo indiscriminato di tutte le altre forme di vita. I dossenus praticano il cannibalismo rituale dei loro morti.

I dossenus sono abili arrampicatori e rocciatori e usano il loro talento per scalare o attraversare pareti, pavimenti e soffitti, riuscendo in tal modo a circondare velocemente le prede e a sopraffarle.

Quando una di queste creature estremamente tenaci mette gli occhi su una potenziale preda, non abbandona la caccia finché il suo bersaglio non è morto oppure non entra o attraversa uno specchio d'acqua. Un dossenus non sa nuotare (dal momento che affonda) ed è terrorizzato delle acque profonde. Periodicamente, passate alcune generazioni, i dossenus si riuniscono in gran numero, a volte arrivando anche a radunare migliaia di esemplari. Dopo diverse settimane di adorazioni, digiuni e accoppiamenti frenetici, le creature si diffondono come un enorme sciame pronto a divorare qualsiasi cosa vivente che si trovi sul suo cammino.


Fonte: http://www.d20pfsrd.com/bestiary/monster-listings/aberrations/dossenus/