13) Bestiario

EcatonchiroGS 24 PE: 1.228.800

Questo colosso torreggiante ha cinquanta teste e un numero doppio di mani, ciascuna delle quali impugna un'arma differente.
Allineamento: CM
Categoria: Esterno (Caotico, Extraplanare, Malvagio) Colossale

Esterno

Un esterno è almeno in parte composto dell’essenza (ma non per forza della materia) di un piano differente dal Piano Materiale. Alcune creature hanno un altro tipo e diventano esterni quando giungono ad un punto più alto (o più infimo) dell'esistenza spirituale. Un esterno ha i seguenti privilegi.

Tratti

Un esterno possiede i seguenti tratti (se non è indicato diversamente nella descrizione della creatura).

  • Scurovisione 18 metri.
  • A differenza della maggior parte delle creature viventi, un esterno non ha una natura dualistica: la sua anima ed il suo corpo sono una cosa sola. Quando viene ucciso, non c’è un’anima che si liberi. Gli incantesimi che riportano l’anima nel corpo, come Rianimare Morti, Reincarnazione e Resurrezione non funzionano sugli esterni. Serve un effetto magico, come Desiderio Limitato, Desiderio, Miracolo o Resurrezione Pura per riportarlo in vita. Un esterno con il Sottotipo Nativo può essere rianimato, resuscitato o reincarnato come le altre creature viventi.
  • Competente nelle armi semplici, da guerra e nelle armi che utilizza nella sua descrizione.
  • Competente nel tipo di armatura (leggera, media o pesante) che indossa nella descrizione e nelle armature più leggere. Gli esterni che non vengono descritti con un’armatura non sono competenti nelle armature. Gli esterni sono competenti negli scudi se sono competenti in qualsiasi forma di armatura.
  • Gli esterni respirano, ma non hanno bisogno di mangiare o dormire (ma possono farlo se lo desiderano). Gli esterni nativi respirano, mangiano e dormono.

Sottotipo Caotico

Questo sottotipo viene di solito applicato agli esterni nativi dei piani esterni di allineamento caotico. La maggior parte delle creature che possiede questo sottotipo è anche di Allineamento caotico; se però il loro allineamento dovesse cambiare, mantengono questo sottotipo. Qualsiasi effetto che dipenda dall'allineamento considera queste creature come se avessero allineamento caotico, a prescindere dal loro allineamento effettivo. La creatura subisce effetti legati anche al suo allineamento effettivo. Una creatura con il sottotipo caotico supera la Riduzione del Danno come se le sue armi naturali e le armi che impugna fossero di allineamento caotico.

Sottotipo Extraplanare

Questo sottotipo viene applicato a tutte le creature che si trovano su un piano diverso dal loro piano nativo. Una creatura che viaggia fra i piani può ottenere o perdere questo sottotipo quando viaggia di piano in piano. Le descrizioni dei mostri suppongono che gli incontri con i mostri avvengano sul Piano Materiale, e tutte le creature non native del Piano Materiale hanno il sottotipo extraplanare (che non avrebbero sul loro piano nativo). Tutte le creature extraplanari hanno il proprio piano nativo menzionato nella descrizione. Le creature non contrassegnate come extraplanari sono native del Piano Materiale, ed ottengono il sottotipo extraplanare se lasciano il Piano Materiale. Nessuna creatura ha il sottotipo extraplanare quando si trova su un piano di transizione, come il Piano Astrale, il Piano Etereo o il Piano delle Ombre.

Sottotipo Malvagio

Questo sottotipo viene di solito applicato agli esterni nativi dei piani esterni di allineamento malvagio. La maggior parte delle creature che possiede questo sottotipo è anche di Allineamento malvagio; se però il loro allineamento dovesse cambiare, manterrebbero questo sottotipo. Qualsiasi effetto che dipenda dall'allineamento considera queste creature come se avessero allineamento malvagio, a prescindere dal loro allineamento effettivo. La creatura subisce effetti legati anche al suo allineamento effettivo. Una creatura con il sottotipo malvagio supera la Riduzione del Danno come se le sue armi naturali e le armi che impugna fossero di allineamento malvagio.

Iniziativa: +5
Sensi: Scurovisione 36 m, Visione a 360°, Visione del Vero; Percezione +35

Ecatonchiro.jpg
Paizo Blog
Titani  
Titano Eliseo
Titano Eliseo Profeta
Titano Ecatonchiro
Titano Tanatotico

Difesa

CA: 42, contatto 4, impreparato 40 (+8 Armatura, +2 Destrezza, +30 naturale, 8 taglia)
PF: 516 (24d10+384); Rigenerazione 10 (epico)
Tiri Salvezza: Tempra +30, Riflessi +12, Volontà +18
RD: 20/Epico e legge
RI: 35
Immunità: Effetti di influenza mentale, effetti di morte, invecchiamento, malattie

Attacco

Velocità: 18 m; Camminare nell'Aria
Mischia: Arma +3 +38/+33/+28/+23 (6d6+22 più Turbine delle Cento Mani) o schianto +37 (4d8+21 più Schianto Stordente)
Distanza: Roccia +19/+14/+9/+4 (4d8+31/1820)
Attacchi Speciali: Scagliare Rocce (60 m), Schianto Stordente
Spazio: 9 m
Portata: 9 m
Capacità Magiche: LI 20°; Concentrazione +27

Statistiche

Caratteristiche: Forza 48, Destrezza 15, Costituzione 43, Intelligenza 22, Saggezza 19, Carisma 24
Bonus di Attacco Base: +24
BMC: +51
DMC: 71
Talenti: Allerta, Attacco Poderoso, Colpo Vitale, Colpo Vitale Migliorato, Colpo Vitale Superiore, Critico Focalizzato, Incalzare, Incalzare Potenziato, Iniziativa Migliorata, Maestria in Combattimento, Riflessi Fulminei, Spingere Migliorato
Abilità: Acrobazia +29 (+41 per saltare), Artigianato (uno qualsiasi) +33, Artista della Fuga +29, Conoscenze (piani) +33, Conoscenze (storia) +30, Diplomazia +31, Intimidire +34, Intuizione +35, Percezione +35, Raggirare +34, Scalare +46, Sopravvivenza +28
Linguaggi: Abissale, Celestiale, Comune; Telepatia 90 m
Qualità Speciali: Balzo Planare, Mani della Guerra

Capacità Speciali

Balzo Planare (Sop)

Un ecatonchiro attraversa i piani frantumandone fisicamente i confini, schiantandosi quindi con effetti devastanti sul piano di destinazione. Una volta all'anno come Azione di Round Completo, un ecatonchiro può, come parte di un salto, effettuare uno Spostamento Planare verso qualsiasi altro piano (come per l'effetto dell'incantesimo omonimo). Quando viaggia in questa maniera, un ecatonchiro è in grado di trasportare solo se stesso e il suo Equipaggiamento. Quando l'ecatonchiro raggiunge il piano di destinazione, cade dal cielo e si schianta al suolo, generando una devastante esplosione di fragore e fiamme. Qualsiasi creatura entro 90 metri dal punto di impatto dell'ecatonchiro (incluso il titano stesso) subisce 20d6 danni contundenti e 20d6 danni sonori (Riflessi CD 38 dimezza). La CD del Tiro Salvezza è basata su Costituzione.

Mani della Guerra (Sop)

Qualsiasi arma brandita da un ecatonchiro guadagna bonus di potenziamento +3, fintanto che il titano la impugna. Gli attacchi di un ecatonchiro vanno considerati come se fossero dotati dei descrittori epico e male, per determinare il superamento di eventuali riduzioni del danno. In aggiunta, la moltitudine di armi impugnate da un ecatonchiro gli consente di bloccare efficacemente gli attacchi, concedendo bonus armatura +8 alla sua CA.

Scagliare Rocce (Str)

Questa creatura è molto brava a scagliare rocce, e ha Bonus Razziale +1 agli attacchi effettuati lanciando rocce. Una creatura può scagliare rocce che siano fino a due taglie inferiori alla propria: ad esempio, un Gigante delle Colline Grande può lanciare rocce Piccole. “Roccia” è qualsiasi oggetto grande, ingombrante e di forma relativamente regolare composto di un materiale con Durezza di almeno 5. La creatura può lanciare la roccia fino a 5 incrementi di gittata. L’incremento di gittata varia a seconda della taglia della creatura. I danni di una roccia scagliata sono normalmente pari al doppio dell’attacco con lo schianto della creatura più una volta e mezza il suo bonus di Forza.

Schianto Stordente (Str)

Come Azione Standard, un ecatonchiro può rinunciare a tutti i suoi attacchi armati per effettuare un singolo schianto contro una qualsiasi creatura entro la sua portata. Se l'attacco colpisce, il bersaglio subisce il danno e deve superare un Tiro Salvezza su Tempra con CD 41 o diventa Stordito per 1d6 round. La CD del Tiro Salvezza è basata su Forza.

Turbine delle Cento Mani (Str)

Un ecatonchiro impugna dozzine di armi di vario tipo nelle sue cento mani, ma quando effettua attacchi in mischia, non è necessario risolvere ciascuno di essi come un attacco distinto. Quando il titano attacca con le sue armi, invece, si effettua il tiro per colpire relativo ai suoi attacchi normalmente (si tratti di un solo attacco o quattro come Azione di Round Completo) e colpisce ogni creatura entro la sua portata, ogni volta che il risultato supera la CA della creatura. Se uno di questi attacchi risulta in un possibile critico, questo viene inflitto a una sola delle creature, a discrezione dell'ecatonchiro. Il titano può, come Azione Gratuita, scegliere di infliggere danni contundenti, perforanti o taglienti con ciascun colpo distinto.

Ecologia

Ambiente: Qualsiasi
Organizzazione: Solitario
Tesoro: Triplo (50100 armi varie, altro tesoro)

Descrizione

Orribili abomini ripudiati dagli déi subito dopo la loro creazione, gli ecatonchiri sono forse la razza di titani più potente e devastante che esista. Quando i titani, invidiosi della forza divina degli dèi, si ribellarono alle divinità, gli ecatonchiri furono tra i primi a impugnare le armi, stanchi del disprezzo dimostrato loro dai loro stessi creatori. Il tradimento dei Titani Elisiani condusse alla rapida cattura degli ecatonchiri da parte degli dèi, che trovarono il potere di queste creature talmente immenso che esse non furono banditi nell'Abisso insieme ai loro fratelli Tanatotici. Gli dèi, invece, gettarono gli ecatochiri negli angoli più remoti che riuscirono a individuare nel multiverso. Qui le creature galleggiarono in distese di nulla per innumerevoli eoni, e la pazzia causata da questa solitudine cancellò i loro ricordi. Eppure, nonostante la loro pazzia, queste mostruosità infrante generarono una progenie per rimpiazzarli nei loro propositi di distruzione, e alcuni di questi mostruosi discendenti scoprirono metodi per spezzare le barriere planari e vagare liberamente per il multiverso.

Gli dèi crearono inizialmente solo tre ecatonchiri, cercando di dar vita al guerriero definitivo, da porre a custodia dei cancelli dell'Abisso. Questi tre antichi titani galleggiano ancora nelle distese ignote tra i piani, gli ecatonchiri che oggi viaggiano per i mondi sono la loro progenie minore. Eppure questi cosiddetti titani "minori" possiedono comunque una potenza inimmaginabile. Non hanno memoria della ragione per la quale i loro antenati furono banditi, e quindi vagano in cerca di risposte, distruggendo interi mondi al loro passaggio. Sono perverse macchine di distruzione, la loro esistenza si basa totalmente sulla devastazione della vita e su tutto quello che può ricordare loro la guerra vecchia di millenni contro gli dèi, avendo ereditato solo ossessionanti ricordi di simili memorie dai loro antenati.

Gli ecatonchiri che sono ricomparsi nel multiverso si sono manifestati in diversi reami, e a tutt'oggi non esistono tracce che due di questi esseri si siano mai incontrati tra loro. È una fortuna che sia possibile incontrare un solo ecatonchiro per volta su di un mondo, dal momento che persino gli studiosi non sono in grado di immaginare la potenza che si scatenerebbe dalla forza congiunta di due o più di questi titani. Viaggiano soli attraverso i piani, incuranti verso ogni sorta di alleati, fino a quando non riusciranno a ricordare il loro scopo originale, quello per cui sono stati generati eoni fa.

Sebbene gli ecatochiri siano intelligenti tanto quanto i titani loro cugini, vagano con propositi talmente distruttivi, e apparentemente privi di senso, che non perdono tempo a comunicare con altre creature, in particolare con quelle che implorerebbero pietà. Gli ecatochiri furono creati per distruggere, e questo è il loro unico desiderio: i colpi devastanti dei loro pugni e le cruente ferite delle loro armi parlano da sole. Non si piegano a nessun padrone, e si fermano nella loro eterna distruzione solo se invocati con il loro vero nome, che pochi, o forse nessuno, tra i mortali conoscono. Coloro che conoscono questi nomi li pronunciano solo in timidi sussurri, in quanto anche solo pronunciarli porta con sé un potere incommensurabile. Un ecatonchiro può essere evocato solo tramite potenti incantesimi come Portale, se l'evocatore sa in quale piano risiede in quel momento il titano, e solo se conosce il vero nome dell'ecatonchiro che intende evocare. Solo i pazzi o i depravati oserebbero compiere un simile gesto, dal momento che la potenza di uno di questi straordinari giganti è talmente grande che la creatura non può essere controllata, e anche se viene rimandata nel reame da cui proviene, non passa molto tempo prima che l'ecatonchiro ritorni a posare nuovamente gli occhi sul mondo da lui brevemente visitato, anche solo per saziare la sua bramosia distruggendolo. Ogni ecatonchiro ha cinquanta teste e 100 braccia, e questo rende impossibile coglierlo di sorpresa. Le pietre scagliate dalle sue 100 mani sono grandi come enormi macigni, e coloro che hanno visto un ecatonchiro lanciare tali rocce e sono sopravvissuti per raccontarlo, dicono che è come vedere un'intera montagna precipitare dal cielo. Oltre che per loro forza ultraterrena, gli ecatonchiri sono noti per il loro incredibile controllo sui poteri del tuono e dei fulmini, e l'arrivo di uno di loro è spesso annunciato dallo scatenarsi improvviso di una tumultuosa tempesta nell'area. Come tutti i titani, gli ecatonchiri sono immortali e non possono morire, a meno di non venire uccisi.

Un ecatonchiro è alto 15 metri e pesa 25 tonnellate.


Fonte: http://www.d20pfsrd.com/bestiary/monsterlistings/outsiders/titanhekatonkheires