13) Bestiario

GashadokuroGS 13 PE: 25.600

Le ossa e i teschi di una miriade di creature più piccole tracimano dalle giunture e dalle costole di questo scheletro gigantesco.
Allineamento: NM
Categoria: Non Morto Enorme

Non Morto

I Non Morti sono creature un tempo viventi animate da forze spirituali o soprannaturali. Una creatura Non Morta ha i seguenti privilegi:

Tratti

Un Non Morto possiede i seguenti tratti (se non è indicato diversamente nella descrizione della creatura).

Iniziativa: +4
Sensi: Scurovisione 18 m; Percezione +20
Aura: Fame (18 m, CD 25)

Difesa

CA: 28, contatto 8, impreparato 28 (+20 naturale, -2 taglia)
PF: 180 (19d8+95)
Tiri Salvezza: Tempra +11, Riflessi +6, Volontà +14
RD: 10/contundente
Immunità: Tratti dei Non Morti
Capacità Difensive: Resistenza ad Incanalare +4

Attacco

Velocità: 9 m
Mischia: morso +22 (2d8+10 più Afferrare), 2 artigli +23 (2d6+10/19-20)
Attacchi Speciali: Consumare Cadavere, Inghiottire (6d6 danni contundenti, CA 20, 18 pf), Soffio (cono di 9 m, 12d6 danni contundenti, Riflessi CD 24 dimezza, utilizzabile ogni 1d4 round)
Spazio: 4,5 m
Portata: 4,5 m

Statistiche

Caratteristiche: Forza 30, Destrezza 11, Costituzione -, Intelligenza 6, Saggezza 17, Carisma 21
Bonus di Attacco Base: +14
BMC: +26 (+28 Spingere, +30 Lottare)
DMC: 36 (38 contro Spingere)
Talenti: Arma Focalizzata (artiglio), Attacco Poderoso, Colpo Terrificante, Colpo Vitale, Critico Migliorato (artiglio), Incalzare, Incalzare Potenziato, Iniziativa Migliorata, Prodezza Intimidatrice, Spingere Migliorato
Abilità: Intimidire +32, Percezione +20, Scalare +23
Linguaggi: Comune (non può parlare)

Capacità Speciali

Afferrare (Str)

Se una creatura con questo attacco speciale colpisce con l’attacco indicato (di solito un artiglio o il morso), infligge danni normali e può tentare di Cominciare una Lotta come Azione Gratuita senza provocare Attacchi di Opportunità. A meno che non sia diversamente indicato, afferrare funziona solo contro avversari della stessa taglia o inferiore a quella della creatura. La creatura che afferra può scegliere di condurre la lotta normalmente o di trattenere l’avversario soltanto con la parte del corpo che ha utilizzato per afferrarlo. In questo caso, subisce una penalità di –20 alle Prove di Manovra in Combattimento effettuate per mantenere la presa, ma non ottiene la condizione In Lotta. La creatura non infligge danni aggiuntivi con una presa, a meno che non abbia l’attacco speciale Stritolare. Se la creatura non può stritolare, ogni prova di lottare successiva infligge automaticamente alla creatura trattenuta il danno indicato per l’attacco che ha stabilito la presa. Altrimenti, infligge anche il danno dello stritolamento (per l’ammontare indicato nella descrizione della creatura).

Le creature con l’attacco speciale afferrare ottengono bonus +4 alle manovre in combattimento effettuate per iniziare e mantenere una lotta. A meno che non sia diversamente indicato, afferrare funziona solo su avversari non più grandi della taglia della creatura. In caso contrario, viene indicato nella riga attacchi speciali della creatura.

Aura di Fame (Sop)

Un gashadokuro emette una potente aura che induce un intenso dolore dovuto alla fame in tutte le creature entro il raggio d'azione. Ogni creatura entro 18 metri deve superare un Tiro Salvezza su Tempra con CD 24 o diventa Affaticata e soccombe alla fame soprannaturale del gashadokuro, subendo 2d6 danni non letali alla fine del proprio turno ogni round in cui rimane nell'aura. Anche dopo essere uscita dall'area o avere ucciso il gashadokuro, una creatura influenzata continua a sentire i morsi della fame e non può curarsi i danni non letali inferti da questa capacità finché non Consuma del Cibo.

Consumare Cadavere (Sop)

Se un gashadokuro che uccide una creatura usando la sua capacità inghiottire, assimila automaticamente il corpo della vittima, ottenendo un numero di Punti Ferita pari al punteggio di Costituzione di quest'ultima. Le creature assimilate non possono essere riportate in vita se non tramite un incantesimo Desiderio o Miracolo finché il gashadokuro che le ha divorate non viene distrutto.

Inghiottire (Str)

Se una creatura dotata di questo attacco speciale comincia il suo turno con un avversario In Lotta all'interno della sua bocca (vedi Afferrare), può tentare una nuova prova di manovra di combattimento (come se cercasse di bloccare un avversario). Se ha successo, ingoia la preda, che subisce i danni dal morso. A meno sia diversamente indicato, l'avversario può essere al massimo di una categoria di taglia inferiore a quella della creatura che lo inghiotte. Essere inghiottiti fa subire danni ad ogni round. L'ammontare ed il tipo di danno varia, e viene descritto nelle statistiche della creatura. Una creatura inghiottita mantiene la condizione In Lotta, ma non la creatura che l'ha inghiottita. Una creatura inghiottita può tentare di liberarsi con un'arma leggera tagliente o perforante (l'ammontare del danno da infliggere è pari a 1/10 dei punti ferita totali della creatura, o tentare di sfuggire alla lotta. La Classe Armatura dell'interno di una creatura capace di inghiottire è normalmente 10 + metà della sua armatura naturale senza modificatori per Destrezza o taglia. Se una creatura inghiottita si apre una via di fuga, la creatura che l'ha inghiottita non può utilizzare di nuovo la capacitò inghiottire fino a quando il danno non è stato guarito. Se la creatura inghiottita sfugge alla lotta, il successo la riporta nella bocca della creatura, dove può essere morsa o inghiottita di nuovo.

Resistenza ad Incanalare (Str)

Una creatura dotata di questa qualità speciale (solitamente un Non Morto) è più resistente alle capacità di chierici e paladini. Le creature con resistenza ad incanalare aggiungono il bonus indicato ai Tiri Salvezza effettuati per resistere agli effetti di Incanalare Energia, inclusi gli effetti che si basano su Incanalare Energia (come il talento Comandare Non Morti).

Soffio (Sop)

Un gashadokuro può esalare un soffio di schegge d'osso come Azione Standard.

Ecologia

Ambiente: Qualsiasi
Organizzazione: Solitario
Tesoro: Standard

Descrizione

I gashadokuro sono enormi scheletri generati a seguito di una carestia. Tutti i morti per fame si fondono assieme in un colosso non morto che continua a soffrire la fame anche nella morte. Un gashadokuro utilizza i suoi istinti ferini per cacciare le creature viventi, cercando in eterno di placare l'inestinguibile ricordo collettivo della carestia.

Un gashadokuro generalmente è alto circa 9 metri e può pesare fino a 2,5 tonnellate.


Fonte: http://www.d20pfsrd.com/bestiary/monster-listings/undead/gashadokuro/