13) Bestiario

Gelatina OcraGS 5 PE: 1.600

Questa creatura ameboide giallo-arancio striscia sul pavimento, con gli pseudopodi che fendono l’aria davanti ad essa.
Allineamento: N
Categoria: Melma Grande

Melma

Una melma è una creatura mutevole e amorfa, di solito senza mente. Una melma ha i seguenti privilegi.

Tratti

Una melma possiede i seguenti tratti (se non è indicato diversamente nella descrizione della creatura).

  • Senza mente: Nessun punteggio di Intelligenza ed immunità a tutti gli effetti di influenza mentale (allucinazioni, charme, compulsione, effetti di morale e trame). Una melma dotata di un punteggio di Intelligenza perde questo tratto.
  • Cieco (ma dotato di Vista Cieca), con immunità ad attacchi con lo sguardo, effetti visivi, illusioni ed altre forme di attacco basate sulla vista.
  • Immunità a effetti di sonno, metamorfosi, paralisi, stordimento e veleno.
  • Alcune melme hanno la capacità di infliggere danni da acido agli oggetti. In questo caso, l’ammontare del danno inflitto per ogni round completo di contatto è pari a 10 + 1/2 dei Dadi Vita della melma + il modificatore di Costituzione della melma.
  • Non subisce colpi critici, nè Attacchi ai Fianchi. Non subisce danni addizionali dagli attacchi basati sulla precisione, come gli Attacchi Furtivi.
  • Visione Crepuscolare.
  • Competente solo nelle sue armi naturali.
  • Competente in nessun tipo di armatura.
  • Le melme respirano e mangiano, ma non dormono.

Iniziativa: -5
Sensi: Vista Cieca 18 m; Percezione -5

Difesa

CA: 4, contatto 4, impreparato 4 (-5 Destrezza, -1 taglia)
PF: 63 (6d8+36)
Tiri Salvezza: Tempra +8, Riflessi -3, Volontà -3
Immunità: Danni perforanti e taglienti, effetti di influenza mentale, elettricità, tratti delle Melme
Capacità Difensive: Dividersi

Attacco

Velocità: 3 m, Scalare 3 m
Mischia: Schianto +5 (2d4+3 più 1d4 da Acido e Afferrare)
Attacchi Speciali: Stritolare (2d4+3 più 1d4 da Acido)
Spazio: 3 m
Portata: 1,5 m

Statistiche

Caratteristiche: Forza 14, Destrezza 1, Costituzione 22, Intelligenza -, Saggezza 1, Carisma 1
Bonus di Attacco Base: +4
BMC: +7 (+11 in Lotta)
DMC: 12 (non può essere Sbilanciato)
Abilità: Scalare +10

Capacità Speciali

Acido (Str)

Una gelatina ocra secerne un acido digestivo che dissolve solo la carne (non le ossa) degli avversari colpiti. Le creature non composte di carne (la maggior parte di costrutti, creature incorporee, melme, non morti scheletrici e vegetali) sono immuni ai danni da acido della gelatina ocra.

Dividersi (Str)

Le armi perforanti e taglienti e gli attacchi basati sull’elettricità non infliggono danni ad una gelatina ocra. Subendoli, la creatura si divide in due gelatine identiche, ciascuna con metà dei punti ferita posseduti dalla gelatina ocra al momento della scissione (arrotondati per difetto). Una gelatina ocra con 10 punti ferita o meno non può dividersi ulteriormente e muore se portata a 0 punti ferita.

Ecologia

Ambiente: Sotterranei o Paludi Temperati
Organizzazione: Solitario
Tesoro: Nessuno

Descrizione

Le gelatine ocra sono masse animate di protoplasma di colore simile ad un repellente amalgama di giallo, arancio e marrone. Quando a riposo, il loro corpo piatto e pulsante è alto circa 15 centimetri e si estende tutto intorno; in movimento, si raccolgono in una forma vagamente sferica e sembrano quasi spostarsi rotolando. I loro corpi malleabili permettono loro di attraversare fessure e buchi molto più piccoli dello spazio che occupano. Le creature che vivono sottoterra spesso sigillano tutte le aperture per difendersi dalle gelatine ocra.

L’acido altamente specializzato della gelatina ocra dissolve solo la carne. Questa scoperta ha portato molti maestri avvelenatori ed alchimisti a cercarne esemplari per studiarli. Da questi esperimenti sono nate diverse armi specifiche ideate per distruggere i corpi. Si racconta dell’esistenza di un veleno ad azione lenta che distrugge ad una ad una le cellule delle creature viventi, il cui segreto è ben conservato dal suo creatore.

Alcune note in un tomo dimenticato parlano di un rituale funebre utilizzato in luoghi lontani. Invece di bruciare il corpo, esso veniva sigillato in un sarcofago di pietra con una gelatina ocra, che ne dissolveva il corpo. In seguito, i becchini inserivano la gelatina in un’urna completa di targa in bronzo con il nome del deceduto. Questa pratica protegge gli oggetti interrati con il morto (che viene ridotto in poco tempo ad uno scheletro lucido) e l’essenza della creatura, che si riteneva vivere ancora all’interno della gelatina.

Le gelatine ocra sono alte circa 15 centimetri, hanno un diametro di circa 3 metri e pesano circa 1.300 chili. In combattimento, si raccolgono su loro stesse e producono lunghi pseudopodi umidi per colpire ed afferrare qualunque cosa si muova.

Anche se la tipica gelatina ocra ha le statistiche qui presentate, nelle profondità della terra questi predatori possono raggiungere dimensioni mostruose. Si parla anche di gelatine ocra che hanno sviluppato altri modi di catturare la preda. Ad esempio, gelatine che avvelenano con il tocco e che espellono nubi di gas tossico che fa bruciare occhi e bocca, lasciando indifesi ma coscienti mentre questa bestia protoplasmatica scivola sui corpi e se ne ciba.


Fonte: http://www.d20pfsrd.com/bestiary/monster-listings/oozes/jelly-ochre