Impero di Kelesh
Nazione
 Titoli Impero Padiscià di Kelesh
 Regione Casmaron
 Capitale Isfahel
 Governante Imperatore Padiscià Kalish XXII
 Popolazione Keleshiti
 Linguaggi Keleshita

Il vasto Impero Padiscià di Kelesh domina gran parte del centro-sud di Casmaron, lungo la grande Baia Kardaji dell'Oceano Obari. Cresciuto durante l'Era del Destino, e la sua linea di imperatori è stata ininterrotta per migliaia di anni. Una mezza dozzina di satrapie delle dimensioni di Stati separano Qadira dal cuore dell’Impero Padiscià di Kelesh. Ogni satrapia rispetta i decreti dell'Impero, ma la presa dell'Impero Padiscià di Kelesh è più ampia man mano che si procede verso sud.

Storia

L'Impero Padiscià di Kelesh è salito in primo piano nella Regione del Mare Interno alla fine dell'Era del Destino. Guidati dai suoi mercanti, i guerrieri Keleshiti invasero quello che oggi è Qadira, alzando la verde bandiera da battaglia decorata con le Nere Lame della Guerra. Nel -43 CA, l'imperatore Padiscià Adalan IV approvò la conquista e le Argentee Lame dei Re furono aggiunte alla bandiera del Qadira. Poco dopo, Qadira divenne una satrapia da governare da un subordinato dell'imperatore, il satrapo Cerush.
Una guerra civile ha travolto l'impero dal 4067 CA circa al 4079 CA, portando ad un disordine diffuso. Ciò liberò il satrapo di Qadira, Gheber III, per agire da solo e attaccare il Taldor. Quella guerra, a sua volta, attirò così tanta parte dell'esercito del Taldor fino al confine orientale, che la sua prefettura occidentale del Cheliax raggiunse l'indipendenza con la Conquista Equanime.

Governo

Oltre alle terre imperiali, l'Impero Padiscià di Kelesh è organizzato in numerose satrapie, la più occidentale delle quali è Qadira nell’Avistan. L'impero rivendica anche le Desolazioni Ventose. Il potere dell'Imperatore Padiscià è stato sostenuto per migliaia di anni attraverso lo sfruttamento dell’espressione dei desideri da parte di Geni legati, potenti ementalisti e matematici esoterici. Il controllo dell'Imperatore Padiscià è più forte nel sud e declina quando si viaggia verso nord, con i nomadi dei cavalli delle Desolazioni Ventose che hanno maggiore autonomia.

Satrapie

Quelle che seguono sono solo tre delle numerose satrapie dell’Impero Padiscià di Kelesh:

Commercio

Il paese è attraversato dalla rotta commerciale via terra conosciuta come il Sentiero d'Oro. Inizia a Vudra e viaggia attraverso il cuore dell’Impero Padiscià di Kelesh, finendo nella capitale di Qadira, Katheer. Le sue esportazioni includono seta, filosofia, droghe e lavori di bronzo. I pellegrini Cheliaxiani, Taldani, Kellidi e anche Ulfeni della Dea Sarenrae, la cui adorazione si crede abbia avuto inizio nell’Impero Padiscià di Kelesh, possono spesso essere trovati mentre viaggiano lungo il percorso per visitare i suoi numerosi santuari. Il più noto di questi luoghi di pellegrinaggio è l'Oasi di Everlight, dove i fedeli di Sarenrae vengono a fare il bagno nelle sue acque rigeneranti, ma sfortunatamente sono anche alleggeriti dai loro averi da mercanti e banditi senza scrupoli.

Abitanti

Molti degli abitanti sono Keleshiti. Sei culture distinte sono storicamente considerate le popolazioni fondatrici dell’Impero Padiscià di Kelesh, ciascuna associata ad una virtù:

Cultura Virtù Regione
Althameri Zelo Tradizionalmente nomadi; vivono nel deserto profondo
Aishmayar Grazia Ignota; precedono gli Althameri
Khattibi Inventiva Storico Impero di Khattibi; costa meridionale di Casmaron
Mideani Eleganza Storico Impero di Midea, Baia Khardaji
Susianam Adattabilità Nomade; Associato all’acqua, all’irrigazione e alla navigazione
Tzorehiyi Onore Steppe e praterie di Casmaron

Anche altri gruppi etnici non considerati Keleshiti vivono nell'Impero Padiscià di Kelesh. Questi includono Amai Birti, Beshzen, Garundi, Jalunah, Karas, Mishyriani, Ninshaburiani, Qalah, Tiani, Vudrani e Yenchaburiani.

Cultura

La Dea del Sole Sarenrae è la Divinità protettrice dell'Impero Padiscià di Kelesh. Nei primi anni dell'Era dell'Incoronazione, molti missionari dell'Impero Padiscià di Kelesh diffusero la fede nella Regione del Mare Interno, portando a molti sconvolgimenti politici nel Garund. Altre Divinità dell’Impero Padiscià di Kelesh includono Abadar, Irori e il folle Rovagug.
I nomadi signori dei cavalli dominano i deserti centrali e le steppe occidentali dell’Impero Padiscià di Kelesh, nella regione chiamata le Desolazioni Ventose, ma anche loro devono rispettare i loro sovrani lontani. Sebbene questi Keleshiti adorino molti degli stessi Dei dei loro Imperatori Padiscià provenienti dalla parte centrale dell’Impero Padiscià di Kelesh, i signori dei cavalli hanno anche le loro credenze e leggende uniche, in particolare quella del Namzaruum.


Fonte: http://www.pathfinderwiki.com/wiki/Kelesh