Taldor
Taldor.jpg
Nazione
 Regione Avistan
 Capitale Oppara
 Governante Gran Principe Stavian III
 Governo Impero burocratico in decadimento
 Linguaggi Taldano, Keleshita
 Religioni Abadar, Aroden, Calistria, Cayden Cailean, Norgorber, Sarenrae, Shelyn
 Allineamento Neutrale

Cavalieri, fanciulle, avventure eroiche e ricerche giuste - queste sono le leggende del vecchio Taldor (pronunciato TAL-door). Ma l'Impero, una volta potente, ha perduto il suo antico splendore. Ora i nobili rivali combattono contro piccoli Cavalieri e armate mercenarie per il potere personale, piuttosto che per l'onore. Una fumante tregua con il Qadira minaccia di accendere una nuova guerra, e la figlia del Taldor lo guarda dall'alto in baso con disprezzo. Eppure, c'è ancora grandezza nel Taldor, un fondamento di pietra sotto gli ornamenti d'oro. Figli e figlie di sangue reali dimenticati sentono su di loro il vento del cambiamento, ma è il sussurro di una nuova grandezza o il rantolo di morte di un'Impero lungo e vecchio quanto il mondo?

Storia

L'Impero del Taldor una volta si estendeva dal Desolazione Battuta dal Vento fino al confine di Casmaron ad est, tutt'intorno all'Avistan fino alle coste dell'Oceano Arcadiano a ovest. Per gli standard odierni l'Impero del Taldor era enorme, incorporando terre che oggi appartengono alle nazioni del Galt, dell'Andoran, dell'Isger, del Molthune, del Cheliax, del Nirmathas e di Ultimuro. Da quel periodo di massimo splendore alla prima metà dell'Era dell'Incoronazione, subì molte sconfitte e battute d'arresto, ma controlla ancora i territori più antichi e più vasti della regione del Mare Interno.

Anni della Fondazione

Taldor fu fondato nel -1281 CA dai discendenti di Azlant che costruirono un piccolo insediamento dove ora sorge la capitale Oppara. Si sposarono con le tribù umane locali (i loro discendenti sono conosciuti come Taldani) e iniziarono a commerciare con le tribù Keleshite più ad est.
Taldaris, un giovane leader militare della città stato di Oppara, è stato nominato erede del Gran Principe di Oppara poco prima della morte del suo predecessore nel -1295 CA. Usando le sue Abilità tattiche, le sue forze superiori e la sua straordinaria fortuna, Taldaris guidò le sue truppe in una guerra di conquista lunga 12 anni che iniziò nel -1293 CA e che trasformò il suo titolo in Oppara in una nazione unificata di città-stato. In un primo momento ha attaccato le grandi città lungo la costa del Mare Interno che rappresentavano la più grande minaccia. Dopo essersi assicurato fedeltà e risorse, rivolse la sua attenzione agli insediamenti più distanti della zona. Quindi dichiarò la sua nuova nazione come “Principati di Taldaris”, governando su un'area che si estendeva lungo la costa dalla Foresta Verdeggiante meridionale al Fiume Jalrune.
I “Principati di Taldaris” divennero Taldor nel -1281 CA, con Taldaris incoronato come “Primo Imperatore”.

Il Tarrasque

La bestia conosciuta come Tarrasque si scatenò attraverso i Monti Confine del Mondo e nel Taldor nel -632 CA. La città di Oppara fu distrutta nel processo e sebbene la nazione alla fine si riprese, le ferite della furia possono ancora essere viste attraverso la terra.

Età dell'Oro del Taldor

Le vecchie tribù risalenti a prima della fondazione del Taldor furono infine conquistate dai soldati dell'Impero di Kelesh nel -43 CA, essi fondarono la satrapia di Qadira e fortificarono il confine tra le due nazioni, scatenando un conflitto che continua fino ad oggi.
Il Taldor ha continuato a crescere e ad espandersi, ma non è diventato un Impero fino all'inizio dell'Era dell'Incoronazione e alla formazione della Prima Armata di Esplorazione, una collezione ormai leggendaria di soldati, studenti, diplomatici, geometri, spie e avventurieri. Si diresse verso nord lungo il Fiume Sellen da Oppara nel 37 CA, conquistando quella che oggi è Settearchi nei Regni Fluviali.
I loro sforzi sono stati ingranditi dalla Seconda Armata di Esplorazione nel 499 CA, essa viaggiò più lontano rispetto alla prima fino ai confini dei Possedimenti di Belkzen ed esplorò le terre intorno al Lago Encarthan. L'esercito espanse grandemente sia la portata militare che quella economica dell'Impero con la costruzione di numerosi depositi di rifornimento, molti dei quali alla fine si trasformarono in insediamenti più grandi.
La Terza Armata di Esplorazione fu probabilmente quella che ebbe maggior successo. Ancora una volta partirono da Oppara, lanciandosi nella costa settentrionale del Mare Interno, conquistando verso ovest fino all'Oceano Arcadiano. Si fondò la città di Corentyn nel 1520 CA sotto il Generale Coren assicurando in tal modo all'Impero il controllo dell'accesso occidentale al Mare Interno.
Nel 1553 CA, il Gran Principe Urios III e il Satrapo Xerbystes I firmarono un accordo di pace tra il Taldor e Qadira che divenne noto come Pace Uriana. Questo accordo sarebbe durato incredibilmente per oltre 2.500 anni.
Le gesta della Quarta Armata di Esplorazione sono state minori comparate a quelle della Terza, ma riuscì comunque a portare l'area conosciuta come Andoran sotto la propria influenza nel 1683 CA oltre ad approntare, senza successo finale, un'incursione nelle Monti dei Cinque Re, tenute dai nani. Dopo aver sconfitto le tribù native della Foresta Arthfell, l'Andoran divenne una provincia del Taldor nel 1707 CA.
La Quinta Armata di Esplorazione si spinse verso nord attraverso quelli che ora sono i Regni Fluviali, raggiungendo i confini di Iobaria nel 2009 CA. Dopo ciò tornarono indietro e mapparono tutto il corso del Fiume Sellen nel 2014 CA.

Battute d'Arresto

Nonostante i grandi successi, il Taldor subì in quel periodo anche una serie di gravi colpi. Predoni provenienti dalle Terre dei Re Linnorm portarono morte e distruzione ai coloni di quello che oggi è il Cheliax occidentale, costringendo il Taldor ad uno scontro navale nel 2000 CA, scontro vinto a stento. I predoni Ulfeni contrattaccarono nel 2003 CA, assaltando le colonie Taldane site nei pressi dell’Arco di Aroden e arrivando a chiedere 100.000 monete d’oro in cambio degli ostaggi. Il Taldor capitolò e questo permise di formare una fragile tregua tra il re Ulfeno ed il Gran Principe del Taldor.
Meno di un secolo dopo una disastrosa campagna nelle Distese Mwangi della Sesta Armata di Esplorazione ha portato al massacro noto come Battaglia di Nagisa contro le forze del Re Gorilla nel 2089 CA. Da questa sconfitta il Taldor non si riprese mai del tutto.

Ultima Grande Armata di Esplorazione

Anche se le sconfitte della Sesta Armata di Esplorazione segnarono la fine dell'espansione Taldana nel Garund, il Taldor continuò a rafforzare la propria posizione nell'Avistan. La Settima Armata di Esplorazione ufficialmente annettè l'Isger nel 2133 CA. L'ultima grande espansione del Taldor avvenne nel 3007 CA quando annettè il territorio del Cheliax.

Lento Declino

Dall'inizio del quarto millennio CA, l'Impero del Taldor dominò la regione del Mare Interno. Il suo governo presto s'ingrandì fino al punto in cui la sua bizantina burocrazia era formata da decine di migliaia di persone ed il suo territorio era troppo vasto per essere controllato. La corruzione si diffuse all'interno del governo e la classe dominante divenne più interessata nell'inseguire i propri piaceri decadenti che a governare in buon modo. Rispondendo a questo crescere dell'indifferenza i più lontani dalla capitale Oppara iniziarono una rivolta. L'esercito del Taldor rispose con la forza bruta per sedare queste rivolte, portando ad ulteriore malcontento ed agitazione.

La Crociata Splendente

Anche se il Taldor è caduto dallo zenit del suo potere, è senza dubbio la nazione dominante nella regione del Mare Interno e ha sconfitto qualunque nemico che ha tentato di usurpare il suo potere. Un caso del genere portò alla Crociata Splendente, una guerra lunga decenni, combattuta con la cooperazione dei Nani del Regno di Kraggodan, ed i Cavalieri di Ozem contro le forze del “Tiranno Sussurrante” dell’Ustalav. La guerra iniziò nel 3754 CA e finì con la sconfitta e l'imprigionamento del “Tiranno Sussurrante” nel 3827 CA e la fondazione della nazione di Ultimuro l'anno seguente.

Guerra e Secessione

Man mano che l'esercito Taldano si concentrò sulle rivolte interne e la conseguente frantumazione dell'Impero, la nazione di Qadira, rivale da lunghissimo tempo, approfittò della situazione e invase il paese nel 4079 CA. Il Taldor, con l'esercito di Qadira ormai ai confini della capitale, richiamò tutti gli eserciti dalle province esterne al fine di proteggere la nazione. La conseguente guerra, denominata poi la Grande Campagna, durò 524 anni. Fu durante questo conflitto che il Cheliax, guidato da Re Aspex l'Equanime, dichiarò la sua indipendenza nel 4081 CA, in quella che divenne nota come Conquista Equanime. Essendo occupato nella guerra con Qadira, il Taldor non fu in grado di rispondere e re Aspex l'Equanime procedette all'annessione dell'Andoran, del Galt e dell'Isger e finalmente firmò un trattato di pace con il Taldor che riconobbe la sua indipendenza. Allo stesso tempo la vecchia provincia di Ultimuro dichiarò la sua indipendenza sia dal Taldor che dal Cheliax, con l'obiettivo di contenere il Tiranno Sussurrante e di non farsi coinvolgere nella lotta politica.
La perdita del Cheliax e della guerra contro Qadira incise pesantemente sull'impero, e ora il Taldor è in declino da diverse generazioni, anche molti anni dopo che questi eventi ebbero luogo. La corruzione dilaga attraverso la burocrazia, e la classe inferiore è sempre più oppressa dalla povertà. Le sue prefetture combattono guerre di confine intestine, i suoi nobili casati combattono l'uno con l'altro e le sue scarsamente popolate frontiere sono diventate senza legge. L'unica vera ricchezza del Taldor è che nonostante tutto, l'Impero continua a sopravvivere, anche se ora è solo l'ombra di ciò che era.

Tumulto Religioso

La chiesa di Aroden, in risposta alla corruzione presente nella classe dirigente Taldana durante gli anni della Grande Campagna, trasferì il suo culto dal Taldor al Cheliax. In seguito, durante lo stesso conflitto, il Gran Principe Stavian I iniziò quella che è conosciuta come la Grande Purga: credendo che l'invasione da parte del Qadira fosse stata assistita dai membri del Culto del Fiore dell’Alba, Stavian I mise fuorilegge il culto di Sarenrae nel 4528 CA che non è stato ancora legalizzato fino alla fine della Grande Campagna nel 4603 CA.

Ultima Armata di Esplorazione

L'ultima Armata di Esplorazione fu preparata durante gli ultimi giorni dell'Era dell'Incoronazione. Disperata per rivitalizzare la nazione, il Generale Orphyrea Amanandar salpò nella speranza di trovare una nuova terra lontano, nell'est. Anche se la flotta fu sconvolta da tremende tempeste alcuni mesi dopo aver lasciato il porto, Amandar superò la morte di Aroden nel nord di Shenmen a Tian Xia. Dopo che lei e la sua armata furono sbarcate nella città di Kamikobu nel 4608 CA, essi sconfissero una dozzina di signori della guerra banditi e presero il controllo della regione, rinominandola Nuova Oppara e fondando la nazione dell'Amanandar.

Geografia

Il Taldor, una volta, era una terra piena di foreste lussureggianti. Tuttavia, tutto ciò che rimane del paesaggio originario è la Foresta Verdeggiante, protetta dai druidi, che si trova nella regione settentrionale della nazione. Altrove gli alberi sono stati sostituiti da pascoli e macchie di sterpaglie. Durante il periodo di grandezza dell'Impero, gran parte di questa distesa era popolata da piccoli insediamenti, ciascuno collegato tra loro da una serie di strade e canali. Con il declino del Taldor, tuttavia, molte di queste piccole comunità sono state abbandonate. La natura si è ripresa le strade, rendendole difficilmente praticabili, mentre il sistema di canali è andato in rovina.
Molti elementi geografici di grande importanza fungono da confini naturali tra l'Impero e i suoi vicini: a nord i Picchi Nebbia servono a dividere il Taldor dalla nazione di Galt. Il Fiume Sellen scorre attraverso la Foresta Verdeggiante, lungo i confini dell'Impero e del suo vicino occidentale, l'Andoran. A est, i Monti Confine del Mondo e le Pianure Fischianti forniscono un cuscinetto tra il decadente Impero Taldano e l'Impero di Kelesh. Il Taldor è separato dal suo nemico di lunga data, la Satrapia del Qadira, dal Fiume Jalrune e le Boscaglie Zimar.
La linfa vitale dell’Impero è il Fiume Porthmos, che nasce dai Monti Confine del Mondo, scorre attraverso i vasti campi delle Pianure Tandak e infine sfocia nel Mare Interno. La capitale dell’Impero, Oppara, si trova alla foce del fiume.
Le risorse naturali del Taldor comprendono i torreggianti alberi di legnonero della Foresta Verdeggiante, le innumerevoli miniere di ferro dei Monti Confine del Mondo, gli uliveti nella costa meridionale, tra il Fiume Porthmos e il Fiume Jalrune, e infine i vigneti e le aziende vinicole nelle Boscaglie Zimar.

Insediamenti

Caratteristiche Geografiche

Montagne e Rilievi

Fiumi e Corsi d'Acqua

Foreste

Pianure

Altre Caratteristiche

Siti

Governo

Il Taldor è governato dal Gran Principe, un titolo ereditario. L'attuale Gran Principe, Stavian III, ha solo un'erede, sua figlia la Principessa Eutropia. Il Taldor ha una classe reale decadente, gonfia di titoli e ossessionata dalle arti arcane. La burocrazia Taldana è affidata alla classe senatoria. Gran parte della gestione del governo è lasciata nelle mani dei senatori, che sostengono costantemente la loro competenza in materia. L'avidità e la mancanza di fiducia sono i tratti distintivi della politica Taldan, con l'assassinio e il tradimento come metodi preferiti di avanzamento.
La corona cerca di proteggere la sua posizione dagli intrighi di corte e le false alleanze. Il Gran Principe è costantemente protetto dalla zelante Guardie Ulfene, che ha giurato fedeltà solo e unicamente al sovrano, senza farsi influenzare dal clima politico dell’Impero.
Il senatore Karthis è il leader del gruppo di opposizione in Oppara, ed è fortemente favorevole ad una guerra contro il Qadira.

Prefetture

Le singole parti del Taldor sono passate di mano innumerevoli volte nei millenni della sua esistenza, portando ad un miscuglio incredibilmente confuso di rivendicazioni di proprietà. Per uniformare questo caos, il Decreto sulla Divisione delle Terre è stato istituito nel 3247 CA. Il decreto divise l'impero in 62 Prefetture e formalizzò le regole per cambiare le divisioni all'interno di ciascuna. Oggi solo 12 Prefetture e due importanti Province sono ampiamente riconosciute. Le Prefetture includono la Prefettura Avin, la Prefettura Kazuhn, la Prefettura Krearis, la Prefettura Ligos, la Prefettura Lingian, la Prefettura Moda, la Prefettura Tandak Settentrionale, la Prefettura Opparos, la Prefettura Porthmos, la Prefettura Sophra, la Prefettura Tandak e la Prefettura Whitemarch, insieme alla Provincia Verdeggiante e alla Provincia Confine del Mondo.
Sotto il livello della Prefettura ci sono i ducati; a loro volta, i ducati comprendono numerose contee; le contee sono ulteriormente suddivise in baronie.

Relazioni Estere

Il Qadira e l’Impero di Kelesh sono particolarmente odiati nel Taldor. I Taldani li accusano di aver occupato la parte meridionale dell’Impero per oltre 500 anni, di aver reso schiava la città di Zimar, di aver raso al suolo quasi tutti gli insediamenti siti nelle Boscaglie Zimar e di averli distratti, con la loro invasione, in un momento drammatico, permettendo così a Re Aspex l'Equanime di reclamare il Cheliax. Il Taldor si avvale dei servigi dei Corsari Zimar per assaltare le navi Qadiriane nella tratta tra Katheer e Sedeq. Entrambe le nazioni intraprendono scorrerie lungo il confine che condividono. Il Qadira è impaziente di invadere nuovamente il Taldor, e i Taldani a loro volta sono pronti più che mai a difendere i loro confini. Per contro, il Taldor non è così propenso ad invadere il Qadira, preferendo tenere cautamente d’occhio i suoi vicini a sud.
Il Taldor desidera vedere il Cheliax spazzato via da Golarion, in quanto centro della Conquista Equanime che ha spezzato l’Impero Taldano. Dopo l’avvento al potere del Casato Thrune, i Taldani vedono il Cheliax come un abominio. I piani del Taldor comprendono l’annientamento del Cheliax, la conquista di Absalom e il controllo di tutta la costa meridionale dell’Avistan. Il Cheliax, tuttavia, presta poca attenzione al Taldor, vedendolo come un vecchio leone sdentato.
Il Taldor è intimorito dall'ipotesi di una rivoluzione influenzata dal Galt, e per questo il confine nord della nazione è pesantemente sorvegliato. I soldati stanziati a nord hanno già avuto modo di catturare dei sobillatori che inneggiavano alla rivoluzione e pregavano i Taldani di impugnare le armi e ribellarsi alle loro leggi oppressive.
Il Taldor vede Absalom come la chiave per riconquistare il potere perduto. Sapendo che Absalom non ha mai ceduto ad un assedio, il governo del Taldor ha mandato alcuni suoi emissari ad infiltrarsi in città, in modo che possano agire di nascosto dall'interno. Absalom, come il Cheliax, non considera il Taldor una seria minaccia. In effetti, le due nazioni sono generalmente forti alleati e partner commerciali, almeno ufficialmente.
L’Andoran e il Taldor al momento sono in pace, ma il Gran Principe considera l’Andoran ancora una parte dell’Impero. Vede infatti la nazione degli amanti della libertà come un bambino che ha smarrito la via. Le due nazioni hanno un rapporto cauto ma amabile e gli agenti dell’Andoran cercano di evitare di diffondere le loro ideologie democratiche troppo fortemente mentre sono nel Taldor.

Ambito Militare

Anche se le forze armate del Taldor non possiedono più il potere ed il prestigio delle Armate di Esplorazione del passato, sono senza dubbio sempre molto potenti. Esse sono divise nella Cavalleria Taldana, nella Falange Taldana e nella Marina Imperiale Taldana e sono comandate dall'Alto Stratega Maxillar Pythareus. Le più note, comunque, sono le Lame del Leone che sono specializzate in sotterfugi e Combattimento urbano e sono spesso reclutate dalle migliori università Bardiche di Oppara.

Società

La Classe Nobiliare

La nobiltà Taldana è formata da vari casati, e molte di queste dinastie millantano la parentela con un l’uno o l’altro imperatore. I loro membri si fregiano di titoli altezzosi, come patrizio, maestro, proconsole, mandante, esarca, viceré, duca e altri. Un gran numero di studiosi aggiornano costantemente gli alberi genealogici delle famiglie nobili, in quanto ogni titolo ha un significato ben preciso nella gerarchia dell’Impero. Nella storia del Taldor i nobili hanno contribuito attivamente alla grandezza dei loro imperatori, mentre altre volte hanno avuto un ruolo di primo piano nella loro caduta in disgrazia. Il Gran Principe può elevare a nobile un cittadino o un senatore dandogli un titolo e delle terre, ma questo può essere fatto solo una volta all'anno, in una grande celebrazione al Palazzo Imperiale.

Gradi e Privilegi

Tra i numerosi titoli nobiliari conferiti ai cittadini Taldani restano diversi gradi che mantengono una specifica funzione all'interno del governo dello stato. Mentre i significati e la grandezza di questi titoli possono cambiare per generazioni, il governo attuale riconosce i seguenti titoli nobiliari in gerarchia dal più grande al meno:

  • Granduca: sovrano di una Prefettura. Questo titolo è limitato a un massimo di 62 granduchi; 12 alti duchi che governano le prefetture formalmente riconosciute, e 50 granduchi minori le cui terre sono state perse o sussunte da altre Prefetture nel tempo.
  • Governatore: incaricati della corona che governano una Provincia. Molti governatori portano anche il titolo di minore granduca.
  • Duca: i duchi fondiari amministrano un ducato all'interno di una Prefettura e fanno rapporto al granduca. I duchi a cui non è stata conferita la terra, ma che servono il granduca, vengono definiti "duchi attendenti".
  • Senatore: tutti i senatori devono portare un altro titolo nobiliare per essere insediati al Senato. Tutti i senatori possono votare al Senato.
  • Marchese: serve come guardia di una regione selvaggia o di confine e di solito ha un esercito permanente per difendere questa regione.
  • Conte: i conti amministrano una contea all'interno di un ducato.
  • Langravio: Simile in funzione al ruolo di marchese, il landgravio amministra un tratto di terreno non fisso, ma importante. I langravi non ordinariamente comandano un esercito per difendere la loro regione, e quindi sono visti come minori di un marchese.
  • Barone: i baroni governano grandi territori conosciuti come baronia. Una baronia può contenere una porzione significativa di terra con numerosi villaggi o una grande città. I baroni che non amministrano una baronia spesso servono come consiglieri alla Corona.
  • Baronetto: un assistente minore di un barone che svolge molti dei compiti amministrativi mondani nella baronia.
  • Visconte: sorveglia una porzione di una contea, in genere un paio di piccoli villaggi e le loro strade di collegamento.
  • Tribuno: in genere serve da sindaco e regola la giustizia per una comunità, come un villaggio o un quartiere all'interno di una città più grande. Questa è spesso una posizione eletta, sebbene possa essere conferita a un individuo per ragioni politiche. I tribuni di solito riferiscono ai baroni.
  • Lord: un governante di una terra specifica. I lord spesso riferiscono ai baroni, anche se occasionalmente riferiscono a un visconte.
  • Cavaliere: il grado più basso tra i nobili Taldani. In genere ai bambini dei nobili viene conferito questo titolo in primo luogo, in particolare quelli con servizio militare.

La Classe Senatoria

La classe senatoria del Taldor consiste negli eredi di sangue dei senatori, dei governatori delle Prefettura e di altri addetti alla burocrazia. Compiendo grandi imprese degne di nota dimostrando fedeltà all'Impero, un normale cittadino può essere elevato alla classe senatoria.
Nobili e senatori sono immediatamente riconoscibili grazie alle sontuose barbe, che per legge solo loro possono farsi crescere (facendogli prendere di fatto il soprannome di “barbuti”). Più la barba è folta, lunga e stravagante, maggiore è lo status di chi la porta.

I Senza Barba

La classe inferiore dei senza barba costituisce il 99% della popolazione, ed è formata da mercanti, artigiani, lavoratori alla giornata, scaricatori di porto, vagabondi, soldati, marinai e così via. Le pesanti tasse e la politica delle classi superiori riguardo i diritti dei comuni cittadini fanno sì che i senza barba vivano in povertà. Il fatto che ogni anno alcuni cittadini riescano ad accedere alle classi privilegiate fa sì che tutti siano convinti che con il duro lavoro e l’assoluta fedeltà sia possibile lasciarsi alle spalle la difficile vita da senza barba. La vita militare è quella che offre maggiori possibilità di successo, ed è per questo che la Cavalleria Taldana, la Falange e la Marina Imperiale sono così fedeli e forti.
Nelle campagne la maggior parte della povera gente lavora come servitù, contadini o artigiani, Schiavi dei loro signori più ricchi. Ancora peggio, quando un nobile manda le sue truppe contro un rivale, spesso la povera gente si trova esattamente nel mezzo del conflitto.

Popolazione

Le genti Taldane sono una miscela di Keleshiti e Azlanti. I Taldani, nel complesso, hanno capelli castano chiaro e la pelle abbronzata. Gli uomini di grado nobile hanno lunghe barbe, mentre le donne, generalmente, indossano elaborate parrucche; sia le barbe che le parrucche sono, spesso, riccamente decorate. Il linguaggio comune dei Taldani è il Taldano. La lingua si è diffusa per diventare il linguaggio Comune dell'intera Regione del Mare Interno, una testimonianza della vasta influenza del Taldor.
I Taldani sono edonisti, privilegiano i cibi ricchi, un'abbigliamento ornato e gioielli ornamentali anche per il più piccolo degli affari. Per un Taldano l'aspetto è espressione del potere, e un acuto senso della moda rappresenta una mente acuta. Il loro apprezzamento per le arti si estende al di là della moda e della pittura: difatti molti abitanti si dilettano anche nella stregoneria, nel duello e nelle strategie oscure della politica e della guerra. Una mente Taldana, quando è adirata, è una cosa molto pericolosa, e il resto del Mare Interno sta per ricevere un doloroso ricordo di questo fatto senza tempo.
La ricchezza, la decadenza e l'importanza delle manovre politiche per le classi reali e senatorie hanno reso popolari molti articoli costosi e stravaganti. Alcuni esempi includono trasporti Magici come il Divano Pendolare dell'Imperatore Fortigré, la Cattedra Svettante, o il Talismano del Destriero Convocato; potenziamenti Magici alla propria apparenza come l’Ufficio Costumi o il Patto Compiacente; o aiuti alle macchinazioni degli arrampicatori sociali come la Pietra Missiva, l’Anello del Sublime, il Canarino Rauco e il Vetro del Pettegolezzo.

Religione

Gli abitanti del Taldor credono ad una vasta gamma di Divinità, ma rispetto ai maggiori Dei preferiscono quelli che sono generalmente sono associati al popolo Taldano: Abadar, Cayden Cailean, Norgorber e Shelyn. Le fedi di Calistria e della controversa, perchè associata a Qadira, Sarenrae, oltre a quella nel deceduto Aroden sono molto popolari. Il culto di Kurgess, un mortale Taldano che è diventato un Semidio, ha iniziato ad essere molto diffuso.

Combattimento

La Falcata è l'arma tradizionale del Taldor, i duellanti Taldani si allenano in una forma di combattimento con il Buckler e la Falcata conosciuto come Rondelero.

Fauna

Dopo millenni d'insediamento, la terra centrale del Taldor è largamente libera da bestie pericolose e da mostri, anche se la Foresta Verdeggiante, che è controllata dai Druidi, rimane casa di Gnomi, Ettercap, e numerosi Folletti. I Picchi Nebbia ai confini con il Galt sono casa di numerosi Giganti e Uccelli del Tuono che occasionalmente rappresentano una minaccia, oltre agli Orchi che compiono incursioni dalle loro tane nei Monti Confine del Mondo.

Taldor
Insediamenti
Adrast, Baia Misericordiosa, Belhaim, Cassomir, Comune di Sardis, Dalaston, Demgazi, Elbistan, Elsekulp, Evondemor, Faldamont, Fortezza di Stavian, Golsifar, Guardialeoni, Heldren, Karakuru, Kozan, Kravenkus, Maheto, Monastero delle Sette Forme, Mut, Oppara, Ortalaca, Railford, Ridonport, Tregan, Tribolazione, Valle della Speranza, Vecchia Sehir, Wispil, Yanmass, Zimar
Caratteristiche Geografiche
Baia della Stella, Bivio Verdeggiante, Bosco di Confine, Colle Ostivai, Fiume Cascante, Fiume Jalrune, Fiume Ponterotto, Fiume Porthmos, Fiume Sellen, Foresta Verdeggiante, Isola di Arenway, Isola di Jadrishar, Monte Antios, Monte Kaltafarr, Monte Rein, Monti Confine del Mondo, Palude del Drago, Palude Legnonero, Passo dell'Imperatore, Passo Mille Reliquie, Passo Pergamon, Pianure Fischianti, Pianure Tandak, Picchi Nebbia, Pilastri di Rovagug, Sega Dentata, Torrente Nebbia, Valico della Sorgente, Valico Porthmos, Valle dell'Azlanti
Altri Luoghi di Interesse
Canali del Taldor, Corona di Antios, Dunholme, Locanda del Leone Dormiente, Occhio di Aroden, Prigione di Porthmos, Rovine di Nazilli, Strada Fluviale, Talamir, Tempio del Canyon, Volto di Bafra
Personaggi Importanti
Stavian III, Aenlyn Devvers, Aeteperax, Alvistus IV, Antios, Arnisant, Padre Basri, Becher Railford, Beldam I, Bozbeyli, Brance Yoha, Chalfon Dalsine, Cydonus III, Dahalvian, Danziul Maxeme, Dominicus Rell, Drelm, Esaolathus, Ethem Baler, Eutropia, Gaius Beaulenard, Grande Dragone Bianco, Hallador, Hanoris Dellum, Hestia Themis, Horranath, Jean Coremont, Karthis, Kasaba, Khastalus, Laribold Croome, Lenelle, Maximilian Marley, Merriweather Stokes, Muesello, Odric, Omorry Cheveith, Percy, Porthmos, Renar, Roani Cheliff, Shmad Roccianera, Sirian Aldori, Stavian I, Stelan, Taergan Flinn, Tarik il Sudicio, Tiller Merseine, Truan Iolavai, Vadim Fraterni, Velriana Hypaxes, Verith Telan, Zaganos
Taldor.jpg

Fonte: http://pathfinderwiki.com/wiki/Taldor