1) Per Iniziare

Il Gioco

Benvenuti nella versione italiana della più completa PRD.

Pathfinder Gioco di Ruolo è stato realizzato sotto la Open Game License, il che significa che le regole di base che ne reggono il sistema sono disponibili per qualsiasi libero utilizzo sotto i termini della OGL stessa. Questo compendio di regole, riquadri e tabelle contiene tutte le regole del sistema che ricadono nella OGL, ed è a disposizione di chiunque intenda utilizzarle.

Attenzione

Questo sito NON va confuso con i manuali ufficiali di Pathfinder Gioco di Ruolo! Si consiglia ai giocatori interessati di comprare Pathfinder Manuale di Gioco e Pathfinder GDR Bestiario (acquistabili sia in versione cartacea che in pdf), entrambi i libri contengono centinaia di bellissime illustrazioni a colori e molto testo descrittivo per godere appieno dell'esperienza di Pathfinder Gioco di Ruolo.

Svolgimento

Durante le partite, il Game Master descrive gli eventi che si presentano nel mondo del gioco ed i giocatori a turno descrivono quello che i loro personaggi fanno in risposta a quegli eventi. Diversamente dalla narrazione, però, le azioni dei giocatori e dei personaggi controllati dal Game Master (i PNG) non sono sicure. La maggior parte delle azioni richiede dei tiri di dadi per determinarne il successo, ed alcune azioni possono risultare più difficili di altre. Ogni personaggio è più bravo in alcune cose, e ciò è rappresentato dai vari bonus che riceve ad abilità e capacità.

Tiro del Dado

Ogni volta che è richiesto un tiro, questo è indicato come “d#,” dove “#” rappresenta il numero delle facce sul dado. Se dovete tirare più dadi insieme dello stesso tipo, ci sarà un numero prima di “d”. Per esempio, se dovete tirare 4d6, dovreste tirare insieme quattro dadi a sei facce e sommarne i risultati. A volte ci sarà un + o un – dopo l’indicazione, che comporta la somma o la sottrazione del numero indicato al risultato totale ottenuto con i dadi (non ad ogni singolo risultato). Molti tiri nel gioco usano il d20, con modificatori basati sulle abilità e le capacità del personaggio o sulla situazione. In linea generale, un tiro alto è meglio di uno basso. I dadi percentuale funzionano in maniera leggermente diversa. Tirando due dadi a dieci facce di colore diverso si ha come risultato un numero compreso tra 1 e 100. Un colore (indicato prima del tiro) è la decina, l’altro è l’unità. Un tiro di 4 e 2, ad esempio, dà come risultato 42. Se si ottiene 0 con le decine il risultato sarà un numero da 1 a 9. Due 0 rappresentano 100. Alcuni dadi percentuale mostrano le decine (00, 10, 20 ecc.) in modo da rendere la lettura del d% più facile. Salvo indicazione contraria, ogni volta che c’è un arrotondamento, questo è sempre per difetto.

Contenuto preso da d20srd.org  
Pathfinder non specifica cosa fare in caso di frazioni così questa informazione è stata copiata da http://www.d20srd.org.

Arrotondamento delle Frazioni

In generale, se un tiro finisce con una frazione, si deve arrotondare per difetto, anche se la frazione è la metà o più grande.

Eccezione: Alcuni tiri, come i danni e punti ferita, hanno un minimo di 1.

Avanzamento

Mentre il personaggio va in avventura, guadagna oro, Oggetti Magici e Punti Esperienza. L'oro può essere usato per comprare un migliore Equipaggiamento, mentre gli Oggetti Magici possiedono delle capacità che possono potenziare il vostro personaggio. I Punti Esperienza vengono dati per il superamento delle sfide ed il completamento delle fasi di una storia. Quando il vostro personaggio ha guadagnato abbastanza Punti Esperienza, Avanza di un Livello, e acquisisce nuovi poteri e capacità che gli permettono di intraprendere sfide ancora più pericolose.

La Regola più Importante

Le regole in questo sito aiutano a dar vita ai vostri personaggi e al mondo che essi esplorano. Esse sono ideate per semplificare le dinamiche di gioco e rendere ogni situazioni emozionante, ma potreste riscontrare che alcune di esse non sono adatte allo stile di gioco che più vi piace. Ricordate che queste regole sono vostre. Potete cambiarle per adattarle ai vostri bisogni. Molti GM hanno un certo numero di “regole personali” che utilizzano nelle loro partite. I Game Master ed i giocatori dovrebbero discutere sempre insieme sui cambiamenti delle regole in modo che tutti sappiano esattamente come sarà il gioco. Anche se il Game Master è l’arbitro finale delle regole il gioco di ruolo è un’esperienza condivisa e tutti giocatori dovrebbero dare il proprio contributo quando le regole sono in dubbio.


Fonte: http://www.d20pfsrd.com/basics-ability-scores/getting-started---final