9) Combattimento

Tiri Salvezza

Quando si è influenzati da un attacco insolito o magico, in genere si può effettuare un Tiro Salvezza per evitarlo o ridurre l’effetto. Un Tiro Salvezza, alla pari di un tiro per colpire, è un tiro di un d20 più un bonus in funzione della classe, del livello e del punteggio di caratteristica associato.

Il proprio modificatore al tiro salvezza è:

  • Tiro Salvezza = Bonus al Tiro Salvezza Base + Modificatore di Caratteristica

Bonus Salvezza Base

Un Tiro Salvezza dipende dalla classe e dal livello (o dal tipo di creatura e dai dadi vita). I Bonus Salvezza Base avanzano a differenti velocità per le diverse classi (o tipo di creatura). I Bonus Salvezza Base dovuti a diverse fonti (classi, razza) si cumulano.

Tipi di Tiri Salvezza

I tre tipi diversi di Tiri Salvezza sono Tempra, Riflessi, e Volontà:

  • Tempra  : Questi Tiri Salvezza misurano il grado di sopportazione contro le sofferenze fisiche o attacchi contro la propria vitalità e salute. Ai Tiri Salvezza su Tempra si aggiunge il modificatore di Costituzione.
  • Riflessi: Questi Tiri Salvezza mettono alla prova la bravura contro gli attacchi ad area. Ai Tiri Salvezza su Riflessi si applica il modificatore di Destrezza.
  • Volontà : Questi Tiri Salvezza rappresentano la resistenza sia contro l’influenza mentale sia contro molti altri effetti magici. Ai Tiri Salvezza su Volontà si applica il modificatore di Saggezza.

Classe Difficoltà di un Tiro Salvezza

La CD di un Tiro Salvezza è determinata dall’attacco stesso.

Fallimento e Successo Automatico

  • Un 1 naturale (sul d20 esce 1) su un Tiro Salvezza è sempre un fallimento (può inoltre causare danni agli oggetti esposti).
  • Un 20 naturale (sul d20 esce 20) su un Tiro Salvezza è sempre un successo.

Fonte: http://www.d20pfsrd.com/gamemastering/combat#TOC-Saving-Throws