Varisia
Simbolo di Varisia
Nazione
 Regione Avistan
 Governante Nessuno
 Governo Città stato indipendenti
 Linguaggi Comune, Shoanti, Varisiano
 Religioni Abadar, Calistria, Cayden Cailean, Desna, Erastil, Gozreh, Lamashtu, Norgorber, Pharasma, Urgathoa, Zon-Kuthon
 Allineamento Neutrale

Mappa di Varisia

Varisia

Occupata solo recentemente dai coloni dell'Impero Cheliaxiano, la frontiera selvaggia della Varisia (pronunciato vah-RHIS-ee-ah) è composta da comunità rurali, città-stato indipendenti, rovine ciclopiche e luoghi ancora inesplorati.

Storia

L'Impero Thassiloniano

Più di 10.000 anni fa, gran parte della moderna Varisia era governata da una delle prime civiltà umane sul continente di Avistan, l'Impero Thassiloniano. Formata da esuli Azlanti, e retta dai Signori delle Rune, Maghi dai poteri incredibili che praticavano la Magia del Peccato, questa nazione costruì enormi monumenti di pietra per celebrare la propria vanità, utilizzando i Giganti delle Rocce come schiavi. I Thassiloniani erano anche serviti da Umani indigeni, che furono divisi in due caste: i soldati e i braccianti. I soldati venivano addestrati nelle tecniche di guerra per servire negli eserciti della nazione, mentre i braccianti lavoravano come contadini, artigiani, minatori e mistici.
Già indebolito dalla corruzione e dalle guerre, Thassilon cadde rapidamente in disgrazia durante il periodo di caos e distruzione causato dal Cataclisma. I Signori delle Rune avendo previsto quest'apocalisse, si nascosero in vari santuari protetti per sfuggire alla morte, entrando in un sonno profondo nel quale ancora la maggior parte di loro giace.
La città elfica di Celwynvian nella Foresta Mierani, nella Varisia occidentale, venne abbandonata poco prima dell'impatto della Pietrastella. I suoi abitanti, insieme a tutti gli altri Elfi della Regione del Mare Interno, lasciarono Golarion per andare nel loro regno di Sovyrian.

L'Era di Tenebra

Con i Signori delle Rune addormentati e senza poteri, gli abitanti sopravvissuti di Varisia furono liberi di decidere il proprio destino. La casta dei soldati umani si divise in clan per divenire quello che è il popolo degli Shoanti, insediandosi in quelle terre che oggi formano Varisia. La casta dei braccianti si trasformò in quel popolo che oggi è noto con il nome di Varisiani, da cui prende il nome la regione, che scelsero di seguire uno stile di vita nomade.
Fu in questo periodo che i Nani emersero in superficie al termine della loro Cerca del Cielo. Essi fondarono la Cittadella del Cielo di Janderhoff sul versante occidentale delle Monti Capogiro.

L'Espansione del Cheliax

Migliaia di anni passarono, la terra e le genti divennero più stabili: gli Shoanti combattevano i Giganti e gli Orchi, mentre i Varisiani si diffondevano in tutto l'Avistan. Varisia stessa era una regione largamente ignorata dagli imperi del sud poiché essa è semplicemente troppo lontana, e dagli jarl delle Terre dei Re Linnorm, che preferiscono razziare il più lontano sud, poiché Varisia ha carenza di grandi insediamenti costieri.
Tutto ciò ebbe fine durante il periodo della rapida espansione Cheliaxiana, nota come la Guerra Perenne. L'esplorazione delle vaste e selvagge terre meridionali iniziò nel 4405 CA, quando dei coloni Cheliaxiani arrivarono a Varisia attraverso la Valle del Patto. Si scatenò una guerra tra i colonizzatori e gli Shoanti che durò per quasi un secolo, finchè gli Shoanti non vennero cacciati nelle Brughiere Storval, ed in altre regioni meno desiderabili. Con gli abitanti nativi rimossi dalla più fertile terra vicino alla costa, i coloni Cheliaxiani iniziarono ad arrivare sempre più in gran numero, con la pretesa di portare la "civiltà e la cultura" in Varisia.

La Morte di Aroden

Un nuovo periodo di disordine seguì alla morte di Aroden e alla guerra civile che lacerò il Cheliax per decenni. Dopo l'insediamento al trono imperiale della Casato Thrune, una parte della popolazione di Korvosa lasciò la città per fondare Magnimar nell'angolo sud-occidentale di Varisia. Da allora le due città stato si contendono le risorse della zona, senza mai dichiararsi guerra apertamente, mentre nel nord gli Shoanti si rafforzano preparandosi alla guerra.

Geografia

Varisia è una vasta regione di frontiera nella zona nord-occidentale di Avistan. Si estende dal Mare del Vapore a ovest sino alle Monti Capogiro a est, dai Monti Kodar a nord alla Baia del Conquistatore a sud. La regione racchiude numerose terre dalle differenti condizioni ambientali entro i suoi confini, dai paludosi Acquitrini del sud alle roventi Lande Cineree sulle Brughiere Storval a nord.

Rovine di Thassilon

Innumerevoli monumenti giganti ed edifici rimasti dall'antica Thassilon possono essere trovati in tutta Varisia. Essi sono sopravvissuti per più di dieci millenni a causa delle abilità dei loro costruttori, i Giganti delle Rocce, e dei poteri infusi in essi dai Signori delle Rune. I più conosciuti di questi includono il Glifoportale di Riddleport, l'Irespan di Magnimar, la Gran Mastaba di Korvosa e la Luce della Signora negli Acquitrini.
Nelle ultime centinaia di anni, le Magie che proteggono queste strutture sono finalmente decadute ed esse hanno iniziato lentamente a soffrire i normali effetti dell'erosione. Ciò ha reso le rovine più vulnerabili agli esploratori ed ai cercatori di tesori, che cercano i tesori perduti dei loro antichi proprietari.

Maggiori Vie Carovaniere

Molte delle strade della Varisia sono state sviluppate sulle antiche vie su cui viaggiavano i vagabondi Varisiani della regione. Esse attraversano la regione e collegano la maggior parte delle sue maggiori città.

Governo

Varisia non ha un governo centrale. Essa è una collezione di città-Stato indipendenti, ognuna delle quali regna su una piccola collezione di città e villaggi, mentre le terre selvagge ai confini del loro territorio (compresa la maggior parte dell'area sulla cima delle Brughiere Storval) sono reclamate dagli Shoanti. La politica Varisiana è dominata dalle finalità concorrenti della criminale Riddleport, dell'ambiziosa Magnimar e della tradizionale Korvosa. La neutrale Kaer Maga è spesso nel complesso valutata meno, e i suoi abitanti preferiscono così.

Korvosa e Magnimar

Korvosa è la più antica e grande di queste città, fu fondata come colonia del Cheliax nel 45° secolo CA, ed è la sola ad aver stabilito una monarchia ereditaria. Migliaia d'insoddisfatti Korvosiani fuggirono a Magnimar meno di un secolo fa, essendo in disaccordo con la propria madrepatria si allearono con il nuovo ed infernale governo del Cheliax. Anche se Magnimar esisteva già precedentemente, il grande afflusso di nuovi cittadini la rese la vera rivale di Korvosa per il dominio economico della regione.

Riddleport

Lontano a nord-ovest di Magnimar e Korvosa è il paradiso dei pirati di Riddleport. Esso è governato da un potente signore supremo che governa con un'attitudine dura ma basata sul laissez-faire.

Kaer Maga

La più piccola delle maggiori città Varisiane è l'inusuale città di Kaer Maga, che si trova in una delle più alte parti della Catena Storval. Essa esiste come uno Stato basilare ed anarchico, con numerosi piccoli gruppi di potere che cercano di perseguire i propri interessi.

Popolazione

Nonostante sia una frontiera, gli Umani continuano ad essere la maggior popolazione della Varisia, anche se esistono significative minoranze di altre Razze. Gli Umani sono primariamente Cheliaxiani, Shoanti e Varisiani, con un piccolo numero di Taldani, Ulfeni e anche Tiani all'interno della mescolanza razziale.

Umani

In Varisia vivono tre distinte società umane: i colonizzatori del Cheliax, le violente tribù dei Barbari Shoanti e gli enigmatici Varisiani.

  • Cheliaxiani: Oltre i Monti Capogiro, proseguendo verso sud, sorge l'eresia fatta nazione che è il Cheliax. Un tempo un impero di indiscussa grandezza, la morte della Divinità dell'impero Aroden ha consentito l'ascesa di una aristocrazia diabolica, che tratta con gli abitanti dell'Inferno per mantenere un governo eterno. Anche se disfatto dalla perdita della sua Divinità, il Cheliax rimane il cuore della cultura, dell'arte, della Magia che domina la parte meridionale del continente. Mentre un tempo il Cheliax sfruttava le ricchezze della Varisia, il suo declino ha lasciato le colonie al loro stesso destino. Ora le più potenti città-stato Cheliaxiane, la monumentale Magnimar e la filo-imperiale Korvosa, lottano per il controllo dei territori abbandonati nella Varisia. In queste città e nei numerosi insediamenti ad esse soggetti, la maggioranza della popolazione può vantare tra i propri antenati la gente del Cheliax. I Cheliaxiani hanno capelli e occhi scuri in contrasto con la loro carnagione pallida, e uno spiccato gusto per il bello e le arti. Ma dato che l'Impero nella sua massima estensione comprendeva numerose etnie, oggi qualsiasi Umano che non è né VarisianoShoanti viene chiamato genericamente Cheliaxiano.
  • Shoanti: Nelle regioni più settentrionali della Varisia, vivono le sette focose tribù degli Shoanti. Un popolo turbolento, che vive seguendo antiche tradizioni mai intaccate nei secoli. Questi nativi vivono in condizioni dure, cacciando tra i predatori e ricavando ciò di cui hanno bisogno da una terra che non perdona. La maggior parte delle tribù segue le mandrie e l'acqua in base alle stagioni, ma in genere rimangono entro territori a loro familiari. Un tempo gli Shoanti reclamavano tutta la Varisia come propria, condividendola solo con i Varisiani, che accettavano freddamente come lontani cugini. L'arrivo di esploratori e coloni dal Cheliax cambiò tutto questo, avviando un'era di combattimenti sanguinari. Pochi sanno quante tribù Shoanti furono distrutte in quelle guerre senza fine e ancora oggi il nome di quelle tribù estinte non viene nominato. Alla fine i Barbari furono costretti a cedere le regioni meridionali della loro terra agli invasori. Anche se tuttora essi reclamano tutta la Varisia come la propria terra, oggi le tribù Shoanti sono relegate alle Brughiere Storval, nelle Lande Cineree, nei Alture del Curchain, e negli Altopiano Velashu. La perdita del sud rimane una ferita mai sanata tra le tribù, e i giovani fieri spesso alzano le proprie voci in giuramenti di vendetta contro quelli di sangue Cheliaxiano. Delle sette tribù Shoanti rimanenti, gli Shriikirri-Quah - gente che porta grande rispetto per gli animali e afferma di avere molto da imparare da loro sono i più propensi ad interagire con gli altri. Le altre tribù, i Lyrune-Quah, gli Shaddle-Quah, i Sundar-Quah, gli Sklar-Quah, gli Skoan-Quah e i Tamiir-Quah, in genere si mostrano più chiusi e bellicosi. Gli Shoanti sono un popolo robusto e vigoroso. In genere di carnagione rossastra, gli uomini sono alti ben oltre i 180 cm, e le donne sono solo poco più basse. I capelli sono considerati una distrazione e un possibile svantaggio (specialmente nella complessa arte del combattimento corpo a corpo che le tribù coltivano) e pertanto è frequente che entrambi i sessi si rasino le teste – solo i mistici e gli anziani ignorano questa usanza. Molti Shoanti portano vistosi tatuaggi, in genere forme e motivi con significati tradizionali, che vengono espansi ed abbelliti col passare degli anni.
  • Varisiani: Passionali e fieramente indipendenti, i Varisiani portano lo stesso nome della loro terra. Anche se clan di questi nomadi possono essere trovati ovunque nel mondo, in nessun altro luogo vi è una popolazione così numerosa come nella terra dei loro antenati. Questa gente segue un antico stile di vita nomade, numerose famiglie di Varisiani formano delle comunità nomadi, viaggiando ovunque li porti il destino. I Varisiani non credono nella proprietà della terra e pertanto non vivono il loro nomadismo come una difficoltà. Anche se la natura provvede alla maggior parte delle loro necessità, questi nomadi spesso visitano città e villaggi per commerciare oggetti di arte e souvenir dai loro viaggi, guadagnando qualche moneta con spettacoli o con semplici lavoretti, e a volte rubacchiando agli ignari. I Varisiani sono noti anche per il loro misticismo, unico nel suo genere. Alcuni credono che le loro danze tradizionali permettano di avere visioni del futuro, e che gli anziani possano sentire le voci dei morti. Il Varisiano medio ha una carnagione scura olivastra, capelli che variano dal nero al ramato, spesso portati lunghi sia dai maschi sia dalle donne. Esibiscono tatuaggi complessi, ricchi di simboli e motivi, molto diversi da quelli dei loro conterranei Shoanti. In quanto nomadi e spesso commedianti, i Varisiani tendono a stili del tutto opposti nel vestire, da una pratica veste da viaggio a degli sfarzosi abiti utili per accentuare le loro danze, i loro tatuaggi e le loro forme aggraziate.

Elfi

Sono pochi gli Elfi che risiedono in Varisia, fatta eccezione per gli abitanti della Foresta Mierani. Tra i pini giganti e le colossali sequoie, gli Elfi Mierani hanno allestito numerosi villaggi, tra i più famosi vi sono la città sulla scogliera Arsmeril e la città commerciale di Foglia Piangente al limitare degli Altopiano Velashu. La loro vera casa, tuttavia, la città sugli alberi di Celwynvian, è un luogo abbandonato. Anche se ancora intatta, gli Elfi hanno lasciato la Città delle Piogge di Smeraldo, accennando solo al fatto che il luogo è caduto nelle mani delle tenebre più oscure. Pochi Elfi – e nessuno straniero – sanno più di questo, anche se emissari da Korvosa e Magnimar offrono ricompense incredibili a chiunque sia disposto ad investigare sulla città dimenticata. A parte quelli delle foreste settentrionali, altri Elfi provenienti da luoghi lontani ed esotici come Kyonin, Sovyrian, e Mordant Spire vengono avvistati nei principali porti di Varisia.

Mezzelfi

I Mezzelfi della Varisia sono sottoposti a numerosi pregiudizi da parte di entrambe le razze genitrici, così, spesso, preferiscono la dura vita nell'anarchica Riddleport, o persino un'esistenza nomadica con i nativi Varisiani oppure con gli Shoanti, alla vita nelle città della Varisia meridionale. A Korvosa la loro vita è specialmente deprimente, perchè spesso sono i più disgraziati figli del lussurioso ambasciatore degli Elfi Mierani Perishial Kalissreavil e di un nutrito gruppo di annoiate nobildonne dell'aristocrazia korvosiana.

Nani

La maggioranza dei Nani della Varisia vive nella città fortificata di Janderhoff. Si stabilirono nelle colline ricche di rame alla base dei Monti Capogiro secoli fa. Con l'arrivo degli invasori stranieri i Nani hanno visto la loro comunità crescere da un semplice villaggio minerario ad una affollata città commerciale. Nonostante abbia l'aspetto di una fortezza, Janderhoff e la sua gente accolgono qualsiasi visitatore alla ricerca di affari onesti e che non crei problemi. Questa ospitalità si estende anche alle tribù Shoanti delle Brughiere Storval ed ai conservatori Cheliaxiani di Korvosa. Anche se i Barbari e i Cheliaxiani colgono ogni opportunità per azzuffarsi, Janderhoff non ha interessi in queste diatribe. I Nani traggono profitto dalla loro posizione di unico punto di contatto tra le merci lavorate di Korvosa e le rare pietanze, medicine ed antichi artefatti degli Shoanti. Janderhoff offre grandi opportunità per i Nani intraprendenti, coloro che desiderano fare fortuna fuori dalle ramate pareti di casa possono invece essere trovati nelle botteghe di Magnimar, nelle salderie di Riddleport, a caccia a fianco degli Shoanti, o in qualsiasi altro luogo nella Varisia dove si possano fare dei profitti.

Gnomi

Anche se è ben noto che gli Gnomi della Varisia vivono nella Foresta di Sanos, pochi possono veramente affermare di aver visto una comunità Gnomica. Gioviali ma elusivi – nonostante la loro natura apparentemente gentile – gli Gnomi della Varisia raramente parlano della propria casa. E anche quando lo fanno, i loro dettagli difficilmente dissipano i dubbi, lasciando molti a fantasticare su grandi tesori, portali per la corte dei Folletti, o su qualche altro segreto nascosto nel profondo della foresta. Indipendentemente dai loro misteri, gli Gnomi Varisiani condividono con gli altri della loro razza i tipici legami con il mondo naturale, e forse anche una maggiore curiosità, in quanto molti Gnomi sembrano sentire qualcosa di vagamente “strano”, “antico” nella regione.
Si possono incontrare degli Gnomi perlopiù nelle comunità rurali intorno alla Foresta di Sanos. Nybor, Wartle, e Whistledown ospitano le maggiori comunità, mentre alcuni viaggiano fino a Magnimar e Riddleport. A volte si possono incontrare anche degli Gnomi a Korvosa o nel nord, ma questi rari individui sono in genere mercanti o vagabondi provenienti da Thom nell'est, da Brastlewark nel Cheliax, o dalle cittadelle mobili di [[

Halfling

Gli Halfling sono incredibilmente adattabili e possono essere trovati sia nelle grandi città, che con i nomadi Varisiani. Eccellenti marinai, spesso vengono a Korvosa con i loro padroni Cheliaxiani, e rappresentano l'equipaggio di circa metà delle navi appartenenti all'élite della città. Possono essere incontrati anche a Magnimar e a Riddleport, dove spesso seguono strade più oscure e trovano grandi opportunità nell'ambiente malfamato della città.

Mezzorchi

Molte tribù Shoanti vivono nei pressi della Possedimenti di Belkzen dove si verificano costanti schermaglie tra Orchi e Umani. A volte queste comportano degli stupri, che alla fine culminano con la gravidanza. Pochi di questi bambini Mezzorchi riescono a sopravvivere fino all'età adulta e un numero ancora minore decide di accettare la difficile convivenza con i propri cugini Umani in alcune delle città Varisiane.

Flora e Fauna

A causa della sua natura selvaggia, la Varisia ospita una grande varietà di vita vegetale e di creature. È nota anche come la "frontiera" o la regione "selvaggia", dove molti mostri pericolosi vivono in relativa prossimità degli insediamenti della Varisia. Tra questi vi sono creature come la Magga Nera, nota per dimorare nelle acque della Fossa Storval a nord del villaggio di Cala Tortuga, l'ineffabile Diavolo di Sandpoint e creature mitiche come l'Olifante di Janderlay.
Inoltre, la Varisia ospita un vasto numero di popolazioni non Umane. Le più comuni di queste sono i Goblin, che vivono qui in gran numero rispetto ad ogni altra parte della Regione del Mare Interno, anche gli Aasimar sono una significativa minoranza.

Draghi

Anche i Draghi hanno vissuto nella Varisia da tempi immemorabili, solo ultimamente hanno iniziato ad entrare in contrasto. In le altre Razze civilizzate. I centri di popolazione Umanoide s'ingrandiscono nelle zone selvagge, entrando così in contatto con i Draghi.

Giganti

I Signori delle Rune di Thassilon sfruttarono l'esperienza e la potenza dei Giganti per costruire i loro mastodontici monumenti ed edifici. Migliaia di anni più tardi, innumerevoli razze di Giganti continuano a popolare la Varisia, anche se la maggior parte di esse si è ritirata in regioni meno civilizzate in cima alle Brughiere Storval. Tra queste vi sono i Giganti delle Colline dei Picchi Aguzzi e dei Picchi Ferrosi e i Giganti delle Rocce dei Picchi Ferrosi.

Ogre

Gli Ogre della Varisia sono tra i più noti in tutta la Regione del Mare Interno. Le loro distruttive tribù servono come tampone tra le Razze civilizzate dei piani inferiori ed i Giganti delle Brughiere Storval. La civiltà si espande lentamente nella Varisia, è solo questione di tempo, poi gli Ogre saranno spinti in una guerra aperta, ma per ora essi sono felici di discutere e combattere tra le altre Razze.

Varisia
Insediamenti Maggiori
Janderhoff, Kaer Maga, Korvosa, Magnimar, Riddleport, Urglin
Insediamenti Minori
Abken, Arsmeril, Baslwief, Biston, Cala Tortuga, Celwynvian, Conca Amara, Covo di Palin, Covo di Roderic, Foglia Piangente, Galduria, Harse, Ilsurian, Melfesh, Nybor, Orecchio di Lupo, Pendaka, Ravenmoor, Sandpoint, Sirathu, Suggirosa, Veldraine, Wartle, Whistledown
Montagne, Colline e Valli
Altopiano Velashu, Alture del Curchain, Brinateschio, Catena Storval, Crepaccio di Niltak, Gole della Bruma, Montagne Nebbiose, Monte Artiglio, Monte Cavo, Monti Calphiak, Monti Capogiro, Monti della Viverna, Monti Kodar, Monti Malgorian, Monti Pietrosi, Monti Rossi, Picchi, Picchi Aguzzi, Picchi di Leb, Picchi di Rigg, Picchi di Task, Picchi Ferrosi, Posacorvo, Scogliere del Muro di Nebbia, Valle del Patto, Valle della Torre Nera, Vassoio del Diavolo
Foreste
Boscoatro, Boscogratto, Boscomuschio, Boscosussurro, Bosco dei Kreeg, Bosco dello Stinco, Bosco di Egan, Bosco Sperduto, Foresta Mierani, Foresta delle Zecche, Foresta di Sanos, Selvascura
Fiumi, Laghi e Corpi d'Acqua
Baia del Bunyip, Baia del Conquistatore, Baia dell'Emarginato, Baia Zuppa, Fiume Aloren, Fiume Blu, Fiume Cardo, Fiume Chavali, Fiume Falcone, Fiume Foxglove, Fiume Jeggare, Fiume Kazaron, Fiume Lamposcuro, Fiume Malgorian, Fiume Muschkal, Fiume Nebbio, Fiume Ooze, Fiume Runtash, Fiume Sarwin, Fiume Stalak, Fiume Storval, Fiume Turandarok, Fiume Velashu, Fiume Yondabakari, Fiume Zuppo, Golfo di Varisia, Il Mare del Vapore, La Fossa Storval, Lago Ardente, Lago di Carbone, Lago Impetuoso, Lago Piedargilla, Lago Pusbubble, Lago Skotha, Lago Syrantula, Stagno di Biston, Teschioroggia, Torrente del Puma, Torrente della Donnola
Paludi e Pianure
Breccia di Urglin, Brughiera Cinerea, Brughiera del Boscosussurro, Brughiera Pianatetra, Brughiere Storval, Costa Perduta, Forralucente, Gli Acquitrini, Lande Cineree, Lande Desolate, Palude Ceppofreddo
Isole
Eremo dell'Arraffatore, Gomito del Diavolo, Isola Argavist, Isola Peridoto, Isola Spezzavizio, Isolotto di Kyver, Tre Cormorani, Zuppiera del Drago
Altri Luoghi d'Interesse
Abbazia di Cantovento, Acropoli dei Guardiaschiavi, Borgo Serpario, Brinewall, Casa della Luna, Caverne del Codardo, Cittadella Vraid, Corte Absentiana, Crystilan, Gruankus, Guado del Teschio, Guglia di Lemriss, Guiltspur, Incudine di Minderhal, Justnoque, Luce della Signora, Mille Colonne di Desgard, Mobhad Leigh, Mundatei, Regina Sommersa, Roccia di Cristallo, Sala dell'Assenzio, Scalinata Storval, Spindlehorn, Tomba di Chorak, Tumuli Kallow, Xin-Shalast
Varisia.jpg

Fonte: http://www.pathfinderwiki.com/wiki/Varisia