13) Bestiario

BunyipGS 3 PE: 800

Questa creatura dal pelo marrone, inquietante ibrido tra squalo e foca, possiede ampie fauci piene di denti affilati come rasoi.
Allineamento: N
Categoria: Bestia Magica (Acquatico) Media

Bestia Magica

Le bestie magiche sono simili agli animali ma possono avere un punteggio di Intelligenza superiore a 2 (nel qual caso la creatura capisce almeno un linguaggio, pur non essendo necessariamente in grado di parlarlo). Le bestie magiche hanno di solito capacità soprannaturali o straordinarie, ma a volte hanno soltanto un aspetto o un comportamento bizzarro. Una bestia magica ha i seguenti privilegi.

Tratti

Una bestia magica possiede i seguenti tratti (se non è indicato diversamente nella descrizione della creatura).

  • Scurovisione 18 metri.
  • Visione Crepuscolare.
  • Competente soltanto nelle sue armi naturali.
  • Competente in nessun tipo di armatura.
  • Le bestie magiche respirano mangiano e dormono.

Sottotipo Acquatico

Queste creature hanno sempre una velocità di Nuotare e possono muoversi in acqua senza effettuare prove di Nuotare. Non possono respirare aria a meno che non abbiano la qualità speciale Anfibio. Le creature del Sottotipo Acquatico considerano Nuotare sempre come Abilità di Classe.

Iniziativa: +3
Sensi: Olfatto Acuto 54 m, Scurovisione 18 m, Visione Crepuscolare; Percezione +8

Bunyip.jpg
Paizo Blog

Difesa

CA: 15, contatto 13, impreparato 12 (+3 Destrezza, +2 naturale)
PF: 32 (5d10+5)
Tiri Salvezza: Tempra +5, Riflessi +7, Volontà +1

Attacco

Velocità: 3 m, Nuotare 15 m
Mischia: Morso +7 (1d8+1/19–20 più Sanguinamento)
Attacchi Speciali: Frenesia Sanguinaria, Ruggito, Sanguinamento (1d6)
Spazio: 3 m
Portata: 1,5 m

Statistiche

Caratteristiche: Forza 13, Destrezza 16, Costituzione 13, Intelligenza 2, Saggezza 11, Carisma 7
Bonus di Attacco Base: +5
BMC: +6
DMC: 19
Talenti: Abilità Focalizzata (Furtività), Abilità Focalizzata (Percezione), Arma Focalizzata (morso), Critico Migliorato (morso)
Abilità: Artista della Fuga +5, Furtività +10, Percezione +8, Nuotare +9
Qualità Speciali: Anfibio

Capacità Speciali

Anfibio (Str)

Creature dotate di questa qualità speciale hanno il Sottotipo Acquatico, ma possono sopravvivere indefinitamente sulla terraferma.

Frenesia Sanguinaria (Str)

La capacità frenesia sanguinaria di un bunyip si attiva quando il mostro rileva sangue in acqua utilizzando il suo Olfatto Acuto, ma per il resto funziona come l’Omonima Regola Universale dei Mostri.

Sanguinamento (Str)

Una creatura con questa capacità infligge ferite che continuano a sanguinare, causando danni addizionali a ogni round, all’inizio del turno della creatura che ne è affetta. Questo sanguinamento può essere fermato superando una prova di Guarire con CD 15 o tramite l’uso di magia curativa. La quantità dei danni inflitti a ogni round è indicata nella descrizione della creatura.

Ruggito (Sop)

Il ruggito di un bunyip è incredibilmente forte e terrificante. Quando un bunyip ruggisce (un’azione standard che la creatura può effettuare a volontà), tutte le creature con 4 o meno DV entro 30 metri che lo sentono devono superare un TS su Volontà con CD 13 o cadono In Preda al Panico per 2d4 round. Sia che il Tiro Salvezza riesca o meno, le creature nell’area divengono immuni al ruggito di quel bunyip per 24 ore. Questo è un effetto di paura, sonoro e di influenza mentale. La CD del Tiro Salvezza è basata su Costituzione.

Ecologia

Ambiente: Qualsiasi Acquatico
Organizzazione: Solitario o coppia
Tesoro: Nessuno

Descrizione

Il bunyip è un cacciatore feroce e famelico, in possesso di una crudeltà primordiale da apparire quasi malvagio nella sua rapacità. Un bunyip di solito vive in grandi insenature di acqua dolce o in caverne costiere riparate dove il cibo è abbondante; il bunyip si trova bene sia in acqua dolce che salata. Preferisce nutrirsi di animali di taglia Piccola o più grandi, anche se non disdegna all’occasione gli umanoidi. I bunyip sono piuttosto territoriali, e attaccano all’istante gli intrusi che minacciano i loro territori di caccia. I bunyip si accoppiano solo in tarda primavera e durante questo periodo diventano più aggressivi. Dopo l’accoppiamento, le coppie si dividono, e le femmine vanno in cerca di un luogo per partorire una piccola cucciolata dai quattro ai sei elementi. Le femmine vegliano sui loro cuccioli per alcuni giorni, finché questi non diventano abbastanza indipendenti da consentire alle madri di andarsene.

Segnalazioni di avvistamenti di bunyip giungono da ogni angolo del mondo. Anche se la veridicità di tali voci è dubbia, ci sono sufficienti riscontri attendibili a confermare la loro notevole capacità di adattamento. Le specie proliferano in ambienti diversi, dai gelidi fiordi polari alle idilliache lagune tropicali. Il bunyip non è una creatura delle profondità, ed evita anche i bacini d’acqua dolce più estesi, preferendo appostarsi vicino alle coste dove il suo cibo preferito è più diffuso.

Sebbene i bunyip varino nell’aspetto, hanno la stessa struttura fisica di base. La testa ha marcate caratteristiche da foca, eccetto per le sue fauci da squalo. Il tronco superiore è robusto e muscoloso, con lunghi arti simili a pinne. Alcune specie hanno anche una singola pinna dorsale da squalo. La restante parte del corpo prosegue in una lunga coda. Quelli con pelliccia di solito sviluppano soltanto un rado manto sul corpo superiore con tonalità grigio pallido, marrone, o nera.


Fonte: http://www.d20pfsrd.com/bestiary/monster-listings/magical-beasts/bunyip