13) Bestiario

AnfisbenaGS 4 PE: 1.200

Questo grande serpente ha due teste, ciascuna alle estremità del suo lungo corpo sinuoso e dotata di grandi zanne.
Allineamento: N
Categoria: Bestia Magica Grande

Bestia Magica

Le bestie magiche sono simili agli animali ma possono avere un punteggio di Intelligenza superiore a 2 (nel qual caso la creatura capisce almeno un linguaggio, pur non essendo necessariamente in grado di parlarlo). Le bestie magiche hanno di solito capacità soprannaturali o straordinarie, ma a volte hanno soltanto un aspetto o un comportamento bizzarro. Una bestia magica ha i seguenti privilegi.

Tratti

Una bestia magica possiede i seguenti tratti (se non è indicato diversamente nella descrizione della creatura).

  • Scurovisione 18 metri.
  • Visione Crepuscolare.
  • Competente soltanto nelle sue armi naturali.
  • Competente in nessun tipo di armatura.
  • Le bestie magiche respirano mangiano e dormono.

Iniziativa: +2
Sensi: Fiuto, Scurovisione 18 m, Visione a 360°, Visione Crepuscolare; Percezione +11

Difesa

CA: 19, contatto 11, impreparato 17 (+2 Destrezza, +8 naturale, -1 taglia)
PF: 45 (6d10+12)
Tiri Salvezza: Tempra +6, Riflessi +7, Volontà +3
Immunità: Pietrificazione
Resistenze: Freddo 10
Capacità Difensive: Dividersi

Attacco

Velocità: 6 m, Nuotare 6 m, Scalare 6 m
Mischia: 2 morsi +8 (1d8+2 più Veleno)
Spazio: 3 m
Portata: 1,5 m

Statistiche

Caratteristiche: Forza 14, Destrezza 15, Costituzione 13, Intelligenza 2, Saggezza 13, Carisma 4
Bonus di Attacco Base: +6
BMC: +9
DMC: 21 (non può essere Sbilanciato)
Talenti: Abilità Focalizzata (Furtività), Arma Focalizzata (morso), Robustezza
Abilità: Acrobazia +10 (+6 saltare), Furtività +11, Nuotare +10, Percezione +11, Scalare +10
Modificatori Razziali: +8 Acrobazia, +4 Furtività, +4 Percezione

Capacità Speciali

Dividersi (Sop)

Un’anfisbena agisce normalmente anche se viene tagliata in due. Se le viene inflitto un colpo critico con un’arma tagliente, la creatura viene tagliata in due ma continua a funzionare come due creature distinte, ciascuna con la metà dei punti ferita rimanenti dopo l’applicazione del danno critico alla anfisbena originaria (arrotondati per difetto). Una volta divisa, l’anfisbena non può essere divisa ulteriormente. Se lasciate indisturbate per 1 minuto le due metà si riuniscono nuovamente a riformare la creatura originaria (sommate i Punti Ferita delle due creature). Se una delle due parti divise viene uccisa, l’anfisbena può far ricrescere la porzione perduta nel corso di 1d3 settimane.

Veleno (Str)

Tipo: Morso—ferimento
Tiro Salvezza: Tempra cD 14
Frequenza: 1/round per 6 round
Effetto: 1d3 danni a Costituzione
Cura: 1 TS.

Ecologia

Ambiente: Colline o sotterranei temperati
Organizzazione: Solitario o branco (2–5)
Tesoro: Accidentale

Descrizione

La solitaria anfisbena è una temuta vipera con una testa posta su ciascuna estremità del suo spesso e sinuoso corpo. Si sposta con un lento e strano movimento ondulatorio, simile a quello di un crotalo, avvolgendo le spire del suo lungo corpo avanti e indietro, mantenendo vigili entrambe le teste. Si dice che le anfisbene siano state create dal sangue di Meduse e, sebbene questi racconti siano altamente improbabili, queste creature possiedono una naturale immunità alla pietrificazione, che le rende l’animale domestico preferito dalle Meduse e da altre creature dotate della capacità di pietrificare.

Le anfisbene adulte possono crescere fino a una lunghezza di 4,2 metri e pesare anche 125 kg. Sebbene le loro grosse spire guizzino e si muovano con forza muscolare, non sono stritolatrici, ed per attaccare la creatura si affida alla velocità e al suo veleno mortale. Le anfisbene hanno per lo più scaglie scure, nero-blu con strisce più chiare, ma spesso sono di un colore consone all’ambiente in cui vivono. Alcuni raccontano di una varietà di queste creature più simili a lucertole, dotate di tozze zampe e lunghi artigli ricurvi.

Le due teste della creatura possono agire indipendentemente, e la creatura si muove liberamente in entrambe le direzioni. In combattimento utilizza questa capacità per massimizzarne i vantaggi, cambiando continuamente la direzione dei suoi attacchi e rimanendo sempre in guardia contro i nemici che tentano di avvicinarsi o di prenderla ai lati. A differenza di molti serpenti, le anfisbene sono aggressive e attaccano qualsiasi cosa entri nel loro territorio. Sebbene prediligano prede più piccole, a volte danno la caccia a Gnomi, Halfling e altri umanoidi Piccoli o, se sono molto affamate o si preparano alla muta, attaccano anche avversari più grandi.

Le anfisbene si riproducono di rado, deponendo covate di circa una dozzina di uova color ebano scuro. Avidamente ricercate da collezionisti e da addestratori di animali, sul mercato le uova di anfisbena possono fruttare tra le 300 e le 500 mo. Nonostante l’intelligenza limitata, le anfisbene sono guidate principalmente dai loro istinti e sono molto difficili e pericolose da addestrare. Pertanto qualsiasi prova di Addestrare Animali per addestrare un’anfisbena subisce penalità –8.


Fonte: http://www.d20pfsrd.com/bestiary/monster-listings/magical-beasts/amphisbaena